Formula 1Tecnica F1

Ferrari gioca in attacco con il nuovo propulsore

La scuderia di Maranello si presenterà alla stagione 2021 con un concetto motoristico molto rischioso

La Ferrari, con il nuovo propulsore, si gioca la carta del rischio per tentare di recuperare il gap accumulato nell’ultima catastrofica stagione

La stagione 2020 del team Ferrari è stata disastrosa e buona parte del deficit va imputato al propulsore. Grazie a una piccola rivoluzione, la ‘Rossa’ spera di ritrovare tutta la potenza persa dopo l’accordo segreto siglato con la FIA risalente all’inverno 2019. Novità che comporteranno qualche rischio, ma solo in questo modo il team potrà sperare in un grosso salto avanti.

La Ferrari si prende un rischio introducendo nuovi concetti alla base del nuovo Power Unit. Grazie all’immissione nel team motoristico di un ex dipendente Mercedes, (Wolff Zimmerman) vedremo sul motore di Maranello alcune soluzione già viste sulla vettura tedesca. Il turbo e il compressore dovrebbero essere sdoppiati, messi in contatto solamente da un asse volta a rispettare il regolamento. 

C’E’ UN PIANO B IN CASO DI ‘EFFETTO MCLAREN’

Tutto il progetto del nuovo propulsore di Maranello dovrebbe essere basato sulla miniaturizzazione. Secondo quanto riportato da Franco Nugnes su Motorsport.com, il nuovo gruppo formato da turbo e compressore verrà alloggiato all’interno della cupola di aspirazione, così da ridurre al minimo l’ingombro. Un concetto volto a ridurre ulteriormente la zona ‘coca-cola’, unito al ridimensionamento delle parti radianti.

Scongiurando un ‘effetto McLaren’, ricordando i molteplici problemi di affidabilità avuti dal power unit Honda nelle prime due stagioni, la Ferrari tenta il colpo grosso. E’ evidente che trattandosi di un rischio a Maranello abbiano in tasca anche un piano-B, un ritorno a un concetto più conosciuto.

Questo aspetto spinge Ferrari a forzare la mano nel fare slittare il congelamento dei motori. Un anticipo al 2022 potrebbe creare grossi problemi alla ‘Rossa’ nel caso in cui il nuovo progetto si riveli inefficiente. La decisione definitiva in merito dovrebbe arrivare a cavallo tra la fine di questa e la prossima settimana.

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.