Formula 1

Federazione al lavoro per evitare zone grigie nel regolamento 2021

Nikolas Tombazis, attuale responsabile FIA, ha assicurato il massimo sforzo per scongiurare che si ripropongano casi simil Brawn GP 2009

La Federazione attua degli “stress test” al regolamento 2021

Annunciate le linee guida nelle scorse settimane, è al bando la realizzazione del nuovo regolamento sportivo e tecnico della Formula 1 2021. Le vettura di nuove generazione saranno differenti in diverse aree, con la Federazione, in accordo con i team, andata verso la semplificazione di molte zone delle nuove monoposto.

Le vetture che competeranno nel 2021 vedranno il ritorno dell’effetto suolo, oltre ad avere ali semplificate e bargeboard rimossi, tutto a favore dell’animare l’azione in pista, andando così ad aumentare i sorpassi. Visto il profondo rinnovamento, sono al vaglio diversi “stress test” volti a non permettere che uno o più team possano avvantaggiarsi grazie allo sfruttamento di alcune zone grige del regolamento:

“Questa è una parte della ricerca” – ha detto il responsabile FIA Nikolas Tombazis, a Motorsport.com. Abbiamo identificato due o tre aree che non sono state chiare o ben controllate e abbiamo scritto regole migliori negli ultimi mesi”.

“Tra i team una buona percentuale, non direi tutti, assumerà il punto di vista responsabile e se vedranno un’incongruenza nelle regole saranno interessati a segnalarcelo e aiutarci a trovare una soluzione. Non so che cosa potrebbe rivelarsi, e spero che abbiamo coperto gran parte del regolamento. Non mi aspetto che le squadre lo facciano per una causa benefica.”

“Il motivo per cui le squadre, a seconda del loro atteggiamento o al fatto di essere inclini al rischio o meno, lo possano fare sarà al momento in cui avranno trovato una scappatoia. Sanno che è contro l’intenzione della regola e abbiamo cercato, fino a un certo punto, di adeguare le regole e apportare correzioni.”

“Non vogliono necessariamente dedicare tre mesi a qualcosa e farsi tirare il tappeto sotto i piedi e perdere tre mesi. Quando i team investono risorse in qualcosa lì vogliono essere sicuri che non sarà in qualche modo vietato o altro” – ha concluso.

Ricordiamo che, oltre al regolamento tecnico, il regolamento sportivo vedrà una vera e propria rivoluzione con l’introduzione di un budget cap, fissato momentaneamente a 175 milioni di dollari, ma destinato a scendere negli anni.

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.