Ecclestone: “Un motore indipendente per non distruggere la F1”

Il calo di audience dei Gran Premi fa preoccupare il paddock, in primis il capo supremo Ecclestone che si è pronunciato su una possibile power-unit indipendente come alternativa ai top-team.

Non è un segreto l’avversione del boss riguardo lo strapotere dei singoli team che non fa altro che allontanare i fans dalla F1, cosa che con un motore unico non accadrebbe secondo Bernie.

Non è una buona cosa per lo sport, lo fa diventare noioso” ha dichiarato il Mr E. ad un giornale tedesco.

Gli spettatori accendono la TV, guardano la partenza e poi spengono perché sanno già che la Mercedes dominerà la gara.” e poi ha continuato: “Con un motore alternativo, garantito da un unico fornitore vogliamo incoraggiare la competizione nella F1”.

L’idea di un motore più economico e in grado di competere, di certo, non è ben vista dai maggiori costruttori; ma Ecclestone assicura che non è sua intenzione lasciare fuori i fornitori noti.

Questo non vuol dire che vogliamo cacciare via i costruttori – ha spiegato- anzi, vogliamo solo motori economici e performanti al momento”.

La discussione riguardo le nuove power-unit nel 2018 è ancora aperta, se non raggiungeremo un accordo con i fornitori, saremo costretti a trovate un nuovo format per i motori.” ha dichiarato.

Non possiamo permettere che la F1 venga distrutta, ma se andiamo avanti così accadrà di certo. La tecnologia non deve predominare, in quanto tutto dipende dall’audience e penso che la maggior parte dei nostri fans non sia interessata all’alta complessità dei motori. Loro vogliono gare interessanti con diversi vincitori ogni volta ed è questo che dobbiamo offrirgli.” ha terminato.

Anna Polimeni

Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio