DichiarazioniFormula 1

Domenicali solidale con Binotto: “Ero nella stessa posizione”

Il CEO della Formula 1 si esprime sulle dimissioni di Mattia Binotto dalla Ferrari

Stefano Domenicali comprende la situazione dell’ex collega Binotto: ma una Ferrari competitiva è necessaria per l’intera Formula 1

La notizia delle dimissioni di Mattia Binotto, seppur prevedibile, ha scosso il mondo del motorsport. Dopo quattro stagioni piene di difficoltà, l’ex team principal della Scuderia ha deciso di rinunciare al proprio incarico. Lasciando la squadra dopo quasi trent’anni di servizio. Stefano Domenicali, amministratore delegato della Formula 1, ha recentemente dichiarato di comprendere la situazione di Binotto.

Domenicali è infatti stato team principal della scuderia di Maranello dal 2008 al 2014. E riconosce che, per un marchio come quello Ferrari, è difficile arrivare secondi. “Certo, essere secondi non è abbastanza per la Ferrari.” dichiara. “Ero nella stessa posizione molti anni fa, e spero rimanga concentrato e creda in se stesso.” aggiunge, riferendosi a Binotto.

DOMENICALI: “ABBIAMO BISOGNO DI UNA FERRARI COMPETITIVA”

Diventare presto più competitivi è una priorità non soltanto per la Ferrari, come dice Domenicali, ma per tutta la Formula 1: “Spero davvero che la Ferrari trovi la soluzione giusta per rimanere in pista e rimanere concentrata, perché ha fatto una grande ripresa rispetto a dove era due anni fa.” afferma. “Abbiamo bisogno che la Ferrari sia competitiva, per avere una squadra con piloti forti con cui lottare“.

L’amministratore delegato della Formula 1, infatti, assicura che i duelli in pista saranno sempre più numerosi e sempre più avvincenti. E si augura dunque che la Ferrari possa tornare presto a lottare per ogni vittoria. “Sono sicuro che ci saranno diverse squadre in lotta per le posizioni. Questo è il sogno.” afferma infatti Domenicali per concludere.

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio