DichiarazioniFormula 1

Davidson concorda con Brundle: “Vettel non merita la top 5”

Davidson, come Brundle, pensa che la stagione 2021 del quattro volte Campione del Mondo non merita la top cinque

Davidson, come Brundle, sostiene che la stagione 2021 di Sebastian Vettel non meriti la top 5

Recentemente, Davidson ha concordato col giudizio del collega Martin Brundle sulla stagione 2021 del quattro volte Campione del Mondo. Infatti, secondo il cronista di Sky, Vettel non meriterebbere un posto nella top 5 come miglior pilota dell’anno in griglia. L’esperienza in Red Bull rimane il periodo d’oro della sua carriera, nel quale è entrato di diritto nell’Olimpo di Formula 1. Successivamente, ha scelto di approdare in Ferrari con la speranza di riportare la Rossa a lottare per le prime posizione. Sono stati anni intensi, ricchi di successi ed emozioni, ma anche di arresti e ostacoli da superare.

Dopo sei anni, il team di Maranello ha scelto di cambiare la propria line up, così, Vettel ha scelto di voltare pagina e buttarsi in una nuova avventura. Quest’anno ha debutatto con l’Aston Martin, con la volontà di aiutare il team a crescere e con l’obiettivo di riportarla a podio. Durante l’anno, ha dovuto lavorare per adattarsi alla nuova squadra e sorpattutto alla nuova monoposto. E’ stata una stagione altalenante, che ha visto Vettel triofare a Baku e in Ungheria (poi squalificato) e faticare poi su altre piste.

“SONO CURIOSO DI VEDERE COME SI COMPORTERÀ QUEST’ANNO”

Tuttavia, è importante sottolienare che la vettura 2021 del team di Silverstone non è stata all’altezza della situazione. Per questo motivo il quattro volte Campione del Mondo ha fatto più fatica del previsto a regalare qualche soddisfazione alla squadra. Dopo aver analizzato la stagione appena conclusa, Davidson ha concordato con Brundle sul fatto che Vettel non meriti la top 5.

È sempre difficile giudicare perchè il mezzo che guida ha un’enorme influenza in questo sport”, ha dichiarato a Motorsport. “Se si parla dei migliori cinque piloti 2021, ovviamente si pensa subito a Max Verstappen e Lewis Hamilton. Metterei anche Charles Leclerc e poi menzionerei Carlos Sainz e Lando Norris. Così sono già a cinque, per cui sì, sono d’accordo con Martin. Vettel ha lottato per adattarsi alla nuova vettura, ma avuto degli alti e bassi”.

Ora che le vetture cambieranno nuovamente a seguito dei nuovi regolamenti, sarà interessante secondo Davidson vedere come si comporterà il quattro volte Campione del Mondo. Infatti, ha così spiegato: “Forse si adatterà un po’ meglio alle nuove monoposto, perchè rispecchiaranno maggiormente il suo stile di guida”.

“Ho l’impressione che non si sia mai sentito a suo agio con le vetture più grandi e pesanti, degli anni post 2014. Ai miei occhi non è stato lo stesso pilota di prima. Aveva molta velocità nei suoi primi giorni in Ferrari, ma rispetto agli anni in Red Bull guidava comunque in modo differente. Penso che l’auto più leggera e agile che veniva guidata allora si adattasse molto meglio al suo stile di guida. Sono molto curioso di vedere come se la caverà con la macchina 2022″.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.