2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1

Daniel Ricciardo: “Magnussen meritava una penalità”

Daniel Ricciardo ha accusato Kevin Magnussen di essersi difeso dai suoi tentativi di sorpasso cambiando più volte traiettoria in frenata

Topics

La prima stagione in Renault di Daniel Ricciardo non sta andando decisamente come avrebbe voluto. Il pilota australiano, nonostante si trovi davanti al suo compagno di box in classifica piloti, si ritrova molto spesso a combattere per delle posizioni tutt’altro che di rilievo. La lotta a centro gruppo è molto più intensa e al limite rispetto a quanto avviene nelle posizioni più ambite e Ricciardo è costretto a battaglie ruota a ruota per conquistare una singola posizione.

Anche durante il Gran Premio d’Ungheria, il pilota della scuderia francese è sembrato in netta difficoltà e la partenza in ventesima posizione, che lo ha costretto a una dura sfida nelle retrovie, lo ha relegato a una misera quattordicesima posizione finale.

In particolare, Daniel Ricciardo ha battagliato a lungo con la Haas di Kevin Magnussen, uno dei piloti in griglia più ostici da sorpassare. La R.S.19 numero #3 ha tentato più volte di sopravanzare il pilota danese, senza, però, gli effetti sperati. L’ex pilota della Red Bull, tuttavia, durante un’intervista ha accusato il suo rivale di essersi difeso dai suoi tentativi di sorpasso cambiando traiettoria in frenata.

Le prime due volte ho lasciato perdere, non ho aperto la radio. Non voglio essere uno di quei piloti che si lamenta subito alla radio, ho pensato di lasciarlo fare e di far sfogare la sua aggresività per un po’. Poi, però, ha iniziato a cambiare traiettoria più volte. Lo stavo passando all’interno e lui ha frenato e mi ha stretto il più possibile, ho dovuto dire qualcosa. Per me stava decisamente cambiando traiettoria in frenata e questa è l’unica cosa che noi piloti non apprezziamo durante le lotte.”

Nonostante queste dure accuse, Ricciardo non ha parlato di quanto avvenuto all’Hungaroring con Magnussen. Stavo per andare a parlargli e mi è stato consigliato di fare respiri profondi e lasciarlo andare. D’accordo, queste sono le gare ma è una cosa di cui parliamo molto spesso con gli steward. Ha cambiato traiettoria in frenata per più di due volte.”

Le lamentele poste alla radio, non sono passate inosservate alla FIA ma il direttore di gara Michael Masi ha ritenuto opportuno solamente un piccolo richiamo per il pilota della Haas. “Ho sentito che ha ricevuto un avvertimento ma un avviso non è stato sufficiente.”

Topics
Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 23 anni e seguo la Formula 1 sin dalla tenera età. Grandissimo tifoso Ferrari, sono cresciuto seguendo, in compagnia di mio padre, il dominio di Michael Schumacher. In seguito ho sviluppato una fortissima passione per Fernando Alonso e ho gioito e sofferto per le sue vittorie in rosso. Oltre la Formula 1, cerco di seguire tutti gli altri motorsport, in particolare WRC, MotoGP e SBK. Quando non seguo gare mi dedico al bodybuilding e ai videogames

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button