DichiarazioniFormula 1

Confronto Mercedes-Red Bull: il parere di Ralf Schumacher

L’ex pilota di Formula 1 si esprime riguardo il continuo confronto tra la scuderia di Brackley e quella di Milton Keynes

Mercedes-Red Bull, Ralf Schumacher è dalla parte di Verstappen: secondo lui, durante il GP di Gran Bretagna l’errore è stato di Hamilton

Ancora una volta Mercedes e Red Bull sono messe a confronto. In particolare, Ralph Schumacher, ex pilota della Classe Regina, si è espresso riguardo l’incidente Hamilton-Verstappen avvenuto durante lo scorso GP di Gran Bretagna. L’esperto di Formula 1 si schiera dalla parte del giovane olandese: secondo lui, il britannico ha commesso un errore, ed il suo team, Mercedes, l’ha eccessivamente difeso. 

A Sport1, parla Schumacher: “Ho trovato la difesa di Mercedes particolarmente interessante quando Lewis è stato criticato. Non importa quali e quanti titoli abbia qualcuno, siamo tutti umani, tutti possono commettere errori. Per me è stato un errore di Lewis Hamilton. Errore che ovviamente ha avuto grandi conseguenze, ovvero il ritiro di Verstappen, per la Red Bull. Penso che sia un male che non se ne possa parlare apertamente, senza che Mercedes stia sulla difensiva. 

Inoltre, non è così eccessivo aver descritto l’azione di Hamilton durante il Gran Premio a Silverstone come amatoriale. Dopotutto, Lewis non è un re, o un alieno. È sempre un essere umano che va in bagno proprio come il resto di noi”, afferma Schumacher deciso.

PERPETUO CONFRONTO

Schumacher, poi, parla anche della controparte Verstappen: “Max si è migliorato quest’anno e non sta più commettendo errori come in passato. Quello che manca ancora a Verstappen è l’esperienza, ma non ci si può fare nulla. È ancora molto giovane e ha ottenuto tutto il possibile, ha dato e sta dando il massimo“.

Verstappen non ha mai avuto un compagno di squadra esperto che potesse insegnargli qualcosa. Ha dovuto imparare tutto da sé alla Red Bull. Inoltre, la squadra si è sempre affidata completamente a lui. Era diverso con Lewis, che veniva dalla McLaren. Aveva accanto a sé piloti completamente diversi, come Fernando Alonso o Jenson Button ad esempio”, prosegue il tedesco. 

In termini di lavoro insieme, Hamilton e Mercedes sono ancora un passo avanti rispetto a Verstappen e Red Bull. Un’eccezione è stata il GP di Ungheria, dove Lewis ha guidato da solo alla ripartenza, con gomme da bagnato. Questo è stato un suo errore, un errore che non deve succedere, afferma Schumacher per concludere. 

 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.