DichiarazioniFormula 1

Camilleri rassicura: “Le perdite saranno circoscritte al 2020”

Il CEO della Ferrari ha dichiarato che le perdite del team, causate dallo stop della Formula 1, avranno effetto solo sul mercato 2020

La pausa forzata della Formula 1 ha un effetto negativo sulle finanze dei team, che hanno riscontrato non poche difficoltà.

A causa della pandemia di Covid19, La Formula 1 ha cancellato e posticipato le prime 10 gare, costringendo i vertici del Circus ad organizzare un nuovo calendario composto da 15-18 gare totali. Nonostante Liberty Media e la FIA stiano facendo il possibile per salvare il campionato 2020, ci saranno comunque importanti perdite economiche che graveranno sui team. Louis Camilleri ha ammesso che, come le altre scuderie, la Ferrari ha dovuto fare i conti tenendo conto della riduzione dei premi in denaro e delle mancate entrate delle sponsorizzazioni.

Si tratta sicuramente di un periodo complesso e delicato, ma il CEO del team di Maranello ha affermato di essere ottimista. Crede infatti che il calo delle entrate in Formula 1 possa durare solo per quest’anno senza prolungarsi ulteriormente nel 2021.
Camilleri ha così spiegato: “Il colpo che hanno subito le entrate e i guadagni per via della Formula 1 non è facile da gestire. Ma la buona notizia è che le perdite significative subite dovrebbero essere di breve durata e contenute fino alla fine del 2020”.

Ha poi aggiunto: “Sebbene sia del tutto imprevedibile, il nostro pensiero è che le entrate torneranno nel 2021 in buona parte grazie alle gare che verranno disputate e ovviamente grazie alle sponsorizzazioni. Sappiamo che il gruppo di Formula 1 ha lavorato molto per cercare di attirare nuovi sponsor. La situazione attuale ha ritardato alcune cose, ma speriamo che nel 2021 tornerà come prima”.

CAMILLERI E LA RIDUZIONE DEI COSTI IN FORMULA 1

Per cercare di contenere le perdite economiche e aiutare i team a sopravvivere, la Formula 1 ha preso delle decisioni mirate a ridurre i costi. I vertici del Circus hanno infatti confermato che le vetture esistenti 2020 verranno riutilizzate anche il prossimo anno; mentre per il 2021 è prevista anche una riduzione del budget cup di 145 milioni di dollari.

Camilleri ha così dichiarato: Non c’è modo per compensare la riduzione dei costi. Sebbene abbiamo ridotto i costi in Formula 1, non c’è modo per rientrare (nei costi) attraverso le entrate derivanti dalle commissioni di sponsorizzazione e in particolare dai diritti commerciali. L’impatto delle entrate si riduce essenzialmente alla linea di fondo con alcune compensazioni minori. Ma, come ho detto, la bella notizia è che siamo speranzosi sia confinato a quest’anno.

Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button