DichiarazioniFormula 1

Button ha nominato i 6 piloti migliori

Il campione del mondo 2009 ha parlato di quelli che secondo lui sono i più forti con cui abbia mai gareggiato durante i suoi 17 anni di carriera in Formula 1

Dopo una carriera iniziata nel lontano 2000 e conclusasi ben 17 anni dopo, Button ha voluto parlare dei piloti più talentuosi che secondo lui hanno guidato in Formula 1. Il suo però è un giudizio legato alle personalità che ha potuto conoscere da vicino, quando lui stesso si batteva per vincere

Dopo aver ottenuto 15 vittorie e un Campionato Mondiale nel 2009 sul sedile della Brawn GP, Jenson Button ha lasciato la Classe Regina nel 2017, concludendo la sua carriera con la McLaren.
L’inglese, diventato da poco padre di un bambino, ha voluto compilare un elenco di piloti che giudica i migliori con cui abbia mai gareggiato in Formula 1. Ha tenuto a precisare però che la sua è stata una scelta limitata a coloro con i quali ha avuto la possibilità di correre in pista: “Ho faticato a sceglierne meno di sei. Saranno i sei di quando gareggiavo io perché  questo è l’unico modo in cui posso davvero giudicarli, dato che sono stato in pista con loro” – ha detto a Sky F1 – “Trovo sempre difficile confrontare qualcuno come Juan Manuel Fangio con uno come Lewis Hamilton. Sono a distanza di decenni l’uno dall’altro ed è uno sport completamente diverso“.

TRA PASSATO E PRESENTE

La lista di Jenson sembra dunque la perfetta commistione di passato e presente, dove si incontrano alcuni piloti dei giorni nostri, ancora nel pieno della loro brillante carriera, e pietre miliari della storia della Formula 1, quali Schumacher o Hakkinen. Come sottolinea gptoday.net, Jenson ha però voluto iniziare la sua lista con due dei suoi ex compagni di squadra: “Sceglierei Lewis e Fernando Alonso. Sono stato compagno di squadra di entrambi e hanno un talento immenso, in modi molto diversi“.
Tra i primi sei nomi, ha incluso anche il ferrarista Sebastian Vettel e Max Verstappen. E’ il giovane olandese l’unico pilota qui presente a non aver mai conquistato un titolo iridato; anche se, a quanto pare, non dovremmo aspettare molto prima che questo accada. “Poi dico Sebastian Vettel, perché vincere  il Mondiale quattro volte consecutive è stato qualcosa di straordinario. Sta faticando un po’ adesso e ha fatto errori sciocchi, contro un compagno di squadra molto competitivo. Penso però che questo lo renderà un pilota migliore in futuro” – ha proseguito Button.

Poi devo dire Max Verstappen. Non ho corso con lui per molti anni. Considerando però le sue dimostrazioni in condizioni difficili come Brasile 2016, che è  stato davvero fuori dal comune, è sbalorditivo quello che può fare con una macchina” – ha proseguito l’inglese.
Non possono poi mancare i grandi nomi della Classe Regina, quelli da inserire direttamente nei libri di storia da sfogliare. “Gli altri due sono del mio primo periodo in Formula 1, cioè Mika Hakkinen e, ovviamente, il grande Michael Schumacher” – ha concluso Button.

Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button