DichiarazioniFormula 1

Brawn è preoccupato per la situazione della Williams

Il boss della Formula 1 si è detto molto innervosito per via della difficile situazione in cui si trova la scuderia britannica

L’amministratore delegato della Formula 1 Ross Brawn ha dichiarato che il Great Circus è molto preoccupato per la recente situazione della Williams. La Williams rappresenta una scuderia storica della griglia di Formula 1 con nove campionati costruttori e sette campionati piloti nel palmares.

Dopo essere arrivata tardi ai test pre-stagionali, la Williams la scorsa stagione ha stazionato in fondo alla griglia per tutta la stagione, con Robert Kubica che ha raccolto l’unico punto della stagione. Ma anche quel punto era arrivato al GP di Germania, dove per via dell’acquazzone vi erano stati ritiri e sanzioni a volontà.

Ross Brawn ammette che la situazione è preoccupante e spera che la distribuzione dei premi in denaro rivista dal 2021 aiuterà la Williams a recuperare parte dello svantaggio accumulato.

Siamo molto preoccupati per la Williams“, ha affermato Brawn. “Williams ha avuto un paio di anni molto difficili e non possono andare avanti così perché rischiano di perdere sponsor e piloti. Spero che la nuova distribuzione dei premi in denaro li aiuterà, perché la Williams fa parte della storia della Formula 1“.

LA LOTTA PER IL MONDIALE

Passando da un lato all’altro della griglia, Ross Brawn ha dichiarato di prevedere una battaglia serrata tra i tre top team quest’anno per la vittoria del mondiale, con la Red Bull favorita come primo avversario della Mercedes.

La Honda ha svolto un lavoro incredibile negli ultimi 12-18 mesi“, ha dichiarato. “Il motore è molto migliorato e credo che se continueranno così nel 2020, Red Bull sarà davvero difficile da battere. La Ferrari l’anno scorso ha avuto molti alti e bassi. E poi c’è anche la McLaren che è migliorata molto, ma non credo che saranno in grado di lottare per il titolo“.

Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button