Formula 1

Brawn: “Affrettato criticare le macchine del 2021”

Il direttore sportivo della Formula 1 ha risposto alle perplessità sollevate da Andrew Green in merito alla maneggevolezza delle monoposto di nuova generazione

Brawn ha risposto alle recenti critiche sollevate dalla Racing Point sulle macchine del 2021, più lente di almeno 3″5 di quelle attuali

Le monoposto del 2021 per ora esistono solo sui fogli del regolamento tecnico. Ne è stato mostrato un esemplare ad Austin, ma nessuno ha ancora provato le sensazioni di guida che trasmetteranno quelle macchine. Ogni previsione, pertanto, si basa su calcoli teorici. Eppure, non sembrano esserci buoni auspici su questo versante, secondo Andrew Green, che nei giorni scorsi aveva sollevato diverse perplessità circa la guidabilità delle nuove macchine. Secondo l’ingegnere della Racing Point, dai calcoli del team con sede a Silverstone risulterebbe che le monoposto di nuove generazione saranno alquanto ostiche per i piloti: in particolare, Green le ha definite “instabili e imprevedibili”.

BRAWN RISPONDE

Il direttore sportivo della Formula 1, Ross Brawn, non ha tardato a rispondere alle esternazioni di Green. Secondo l’ex stratega Ferrari, le osservazioni del tecnico della Racing Point non sarebbero suffragate da dati sufficientemente completi. Brawn ha anche criticato l’attitudine del team britannico durante la stesura del nuovo regolamento tecnico. “Quando ci siamo occupati della questione aerodinamica – ha argomentato Brawn, parlando a RaceFans.netla Racing Point ci ha chiaramente detto che non avrebbero supportato in alcun modo il nostro programma, dato il tipo di risorse di cui dispongono. Probabilmente, hanno lavorato meno di altri, così si ritrovano con una quantità di dati più limitata”.

Brawn ha sottolineato un aspetto chiave nel determinare la maneggevolezza delle nuove monoposto, ossia gli pneumatici da 18 pollici, testati recentemente da George Russell al volante della Mercedes. “Una delle ragioni per cui abbiamo scelto le gomme da 18 pollici risiede nel rendere le vetture più facili da guidare. Il comportamento con uno pneumatico da 13 pollici sarebbe infatti radicalmente diverso. Mi sorprenderebbe sapere che Green abbia già gomme da 18 pollici da testare sulle macchine del 2021…”.

“È affrettato fare dichiarazioni come quella di Green, adesso. Sono solo opinioni, niente di più. Credo che quando verrà il momento di disegnare la vettura, ci si dimenticherà di questo” ha concluso Brawn.

Topics
Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close