DichiarazioniFormula 1

Boullier: “Alonso e la Ferrari hanno perso il titolo per la scarsa fiducia”

Secondo Boullier, il pilota spagnolo ha perso il titolo con il team di Maranello per la mancanza di fiducia

Boullier crede che Alonso abbia perso il mondiale con la Ferrari per mancanza di fiducia.

L’anno prossimo il due volte Campione del Mondo farà il grande ritorno in Formula 1, con la Renault. Così si è tornato a parlare di Alonso nel paddock. In particolare, nel podcast Beyond The Grid, Eric Boullier ha parlato del pilota spagnolo, omaggiando il suo talento e ripescando dalla memoria vecchi ricordi con la Ferrari. L’ex capo della McLaren si è infatti detto convinto che Alonso potesse vincere più titoli mondiali. Inoltre, ha ricordato la gara corsa Abu Dhabi nel 2010, quando una vettura del suo team ha impedito all’asturiano di coronare il sogno. Una giornata da dimenticare per tutti i ferraristi, che hanno visto svanire il mondiale dietro alla Renault di Petrov.

“ALONSO AVREBBE DOVUTO ASSUMERE UN RUOLO MAGGIORE IN FERARRI”

Ricordando gli anni che Alonso ha trascorso in Ferrari, ha così dichiarato: “Sicuramente avrebbe dovuto e avrebbe potuto vincere più di due titoli. Ricordo bene Abu Dhabi 2010 perché è stata una nostra monoposto che ha impedito loro di essere Campioni del Mondo. Quella è stata un’opportunità per loro. L’occasione successiva l’hanno avuta nel 2012”.

Ha poi aggiunto: “Nel 2012 l’errore è stato la mancanza di fiducia nella squadra. In quel  momento forse c’era una scarsa fiducia da parte dei membri del team in se stessi. Però è sempre facile dare un’opinione dopo che qualcosa è già successo”.

Boullier ha poi chiuso il discorso spiegando come Alonso avrebbe potuto aiutare maggiormente il team a superare la pressione interna alla Ferrari. Ha così argomentato: “Forse Fernando avrebbe potuto avere un ruolo maggiore, a volte è questo che ci si aspetta dai piloti. Così che potesse portare pace e incoraggiare le persone intorno a lui ad avere fiducia in se stessi. So che la pressione interna al team di Maranello e quella proveniente dai media è incredibilmente alta, ma a volte è solo il pilota che può creare un clima più tranquillo e sicuro”.

Seguici anche su Instagram!

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.