DichiarazioniFormula 1

Aston Martin F1 Team, più di un rebranding

L’operazione portata avanti da Lawrance Stroll ha finalmente visto la luce con l’inizio del nuovo anno. Il progetto del canadese si pone obiettivi importanti che non si fermano alla semplice rinomina della vecchia Racing Point

Con l’arrivo del 2021 Aston Martin ha fatto ufficialmente ritorno in Formula 1 con un progetto ambizioso che non si limita al solo rebranding

Il 1° gennaio la Racing Point ha cambiato ufficialmente veste presentandosi come Aston Martin. Si tratta del ritorno del marchio di Gaydon in Formula 1, dopo la prima esperienza nel biennio 1959-1960. È a Lawrance Stroll che si deve tutto ciò: egli infatti dopo aver rilevato nel 2018 la Force India, all’inizio del 2020 riuscì ad acquistare, insieme ad altri investitori, una componente maggioritaria della casa inglese. Sarebbe sbagliato pensare che dietro questa operazione ci sia solo il rebranding del team.

Alle spalle di tutto in realtà c’é un progetto ambizioso e competitivo. D’altronde è per questo motivo che dal 2021 la coppia di piloti sarà composta da Lance Stroll e Sebastian Vettel, quattro volte campione del mondo nella massima categoria. Oltre a quello che potrebbe avvenire nella prossima stagione, è molto interessante cercare di capire quelli che potrebbero essere i piani a medio-lungo termine.

A tal proposito Lawrance Stroll e Otmar Szafnauer hanno rilasciato delle dichiarazioni. “La Formula 1 è una piattaforma che giocherà un ruolo chiave nella strategia e nel percorso evolutivo dell’azienda. Questo è un marchio che ha già avuto un enorme successo negli sport motoristici (…),  e ora abbiamo l’opportunità di scrivere una nuova pagina nei libri di storia“, ha affermato il presidente esecutivo. Il concetto è stato poi ribadito anche dal team principal: “È l’inizio di un nuovo viaggio e posso percepire un’energia in più nella squadra, con la determinazione a spingere più che mai. Abbiamo tutte le ragioni per essere entusiasti del futuro“.

UN PROGETTO INTERESSANTE

Alla sezione nederlandese di RTL GP l’ex-ingegnere della Ferrari Ernest Knoors ha espresso molto interesse per il progetto portato avanti dal multi-miliardario canadese: “Penso che Aston Martin sia un progetto molto interessante, sicuramente da tener d’occhio per il futuro”. Per poi continuare dicendo: “È un’ipotesi perché se non ci sei dentro non lo sai, ma sospetto che dietro ci sia un piano più grande“.

Credo che ci sia un piccolo spostamento di persone importanti dietro le quinte. Aston Martin ha vetture in altri campionati, e lì c’é un bel coinvolgimento da parte degli ingegneri AMG. Lasciatemi dire che questo insieme di cose fa sì che si possa puntare in una certa direzione“, ha concluso l’olandese.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.