DichiarazioniFormula 1

Alonso: “Il punto debole di Ferrari? Il degrado gomme”

Il pilota asturiano di Alpine si esprime riguardo la prestazione della squadra di Maranello durante il GP di Francia

Fernando Alonso analizza le prestazioni di Ferrari al Paul Ricard: individuato il punto debole della Rossa

Il Gran Premio di Francia è stato piuttosto deludente per Scuderia Ferrari. Le due Rosse, pur essendo state piuttosto veloci in qualifica, hanno concluso la gara entrambe fuori dai punti. Il punto debole? Il degrado delle gomme. Tutti i team rivali (McLaren in primis, ma anche Alpine, AlphaTauri e Aston Martin) hanno subito cercato di sfruttare l’empasse di Ferrari. E visti i risultati, ci sono riusciti tutti con discreto successo. Fernando Alonso, che ha concluso la gara all’ottavo posto, parla del problema Ferrari, e di come Alpine sfrutterà questa debolezza. 

Ai colleghi di Race Fans, dichiara Alonso: “In qualifica le Ferrari sono quattro decimi o mezzo secondo più veloci, ma in gara è diverso. Il loro punto debole è il degrado gomme. Ci sono alcuni circuiti in cui le gomme utilizzate sono molto dure, circuiti come Portimao o qui al Paul Ricard. Proprio su queste piste abbiamo l’opportunità di lottare contro di loro, il che è sempre positivo”. 

La storia cambia sui circuiti urbani. Ferrari impiega una notevole quantità di energia nella gomma. Questo dà loro un notevole aiuto, un vantaggio su questo tipo di piste cittadine. Infatti, abbiamo visto Leclerc in pole sia a Monaco che a Baku“, ha aggiunto l’asturiano.

BUONE PRESTAZIONI E TANTO LAVORO DA FARE

 

Alonso, però, rimane con i piedi per terra. Alpine è competitiva, ma, secondo lui, c’è ancora del lavoro da fare: “In alcuni circuiti Ferrari è indubbiamente svantaggiata per questo tipo di problema con le gomme. Di conseguenza, noi di Alpine ne beneficiamo. Però non possiamo farci cogliere impreparati: dobbiamo ancora lavorare molto per cercare di capire a fondo questo tipo di pneumatico”. 

È stato bello finire la gara davanti alle due Ferrari. Ma, alla fine, non importa chi c’è prima. Quello che importa è cercare di fare più punti possibili. Quattro punti in tasca, finire ottavo. Questa la considero una buona prestazione, afferma Alonso per concludere. 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.