Formula 1Gran Premio Abu Dhabi

Alonso ad Abu Dhabi: omaggio esemplare per salutare Vettel

Il due volte campione del mondo dimostra ad Abu Dhabi grande rispetto per Sebastian, nonostante la grande rivalità di sempre

Nello scorso GP di Abu Dhabi Sebastian Vettel ci saluta. Alonso lo omaggia con una dimostrazione di rispetto esemplare nonostante la storica rivalità

Il due volte campione del mondo Alonso non si smentisce mai: l’asturiano ha dimostrato ad Abu Dhabi come le rivalità, in questo caso con Vettel, vanno in secondo piano. Anzitutto Fernando ha voluto dire addio a uno dei suoi più grandi rivali indossando un casco speciale con la scritta “Danke Seb”. Inoltre, già alla conferenza stampa del giovedì ha assicurato che sperava di arrivare alla fine della gara per fare qualche ciambella in suo onore.

Ma il momento più emozionante è arrivato sulla griglia pochi minuti prima dell’inizio della gara. Alonso aveva già detto in precedenza che non avrebbe attaccato Vettel ai primi giri ed ha voluto dirglielo di persona. Così prima dell’inizio della gara Fernando è andato da Sebastian dicendogli: Non preoccuparti per me al primo giro, goditi la gara oggi”. Ed infatti non poteva essere altrimenti: lo spagnolo ha mantenuto la parola! Al primo giro, Alonso, specialista di inizio gara, avrebbe potuto approfittare della lotta tra Vettel e Ocon per vincere qualche posizione, ma non lo ha fatto, come promesso.

Un gesto di assoluto rispetto

Quello di Fernando Alonso è stato un gesto di assoluto rispetto. Pochi si aspettavano un omaggio dello spagnolo, ma lui lo ha fatto in grande stile. Questo atteggiamento è stato esemplare, a dimostrazione del fatto che, al di là delle rivalità in pista, c’è sempre l’aspetto umano che tutti i piloti dovrebbero tenere in considerazione.

In passato i due hanno avuto numerose lotte in pista. La loro rivalità è iniziata nel 2010, quando lo spagnolo è passato alla Ferrari. C’erano grandi aspettative per questa nuova collaborazione. Si pensava che Alonso avrebbe vinto un terzo titolo mondiale con la squadra italiana. Purtroppo lo spagnolo non è riuscito a vincere con la Ferrari. La stagione 2010 fu l’inizio del dominio quadriennale di Vettel e della Red Bull Racing. Nonostante il loro rapporto non sembrava essere molto stretto, il rispetto era sempre lì, prima di ogni altra cosa.

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio