DichiarazioniFormula 1

Alesi: “Track limits? Serve più chiarezza sul regolamento”

L’ex pilota ferrarista, in vista del proseguo del campionato del mondo, ha commentato la discussa questione dei track limits

Il francese ha suggerito di penalizzare, immediatamente, il pilota che, con tutte le ruote della monoposto, supera i limiti della pista

Nel corso del Gran Premio del Bahrain, tappa inaugurale del campionato 2021, Lewis Hamilton ha superato i track limits – limiti della pista – di curva 4 per ben 29 volte. Ciò non ha comportato penalità di alcun tipo, ma quando Max Verstappen ha infranto i limiti della pista, sempre in curva 4, nel tentativo di sorpasso su Hamilton, l’olandese è stato costretto a restituire la posizione per non incorrere in una penalità. Ecco perché, Jean Alesi, ex pilota della Classe Regina, si è detto favorevole a una revisione del regolamento.

L’ex Ferrari ritiene che la risposta al pasticcio burocratico avvenuto a Sakhir sia cambiare le regole in modo che, ogni qual volta un pilota viola il limite con tutte e quattro le ruote, possa essere immediatamente penalizzato.“I fan non capiscono cosa sia successo a Hamilton e Verstappen in Bahrain”, ha ammesso il francese ad Autohebdo. Per me è necessaria più chiarezza. Se il pilota mette tutte e quattro le ruote fuori dai limiti della pista, la sanzione deve essere immediata.

IL PARERE DI ALESI SULLA QUESTIONE TRACK LIMITS

Una penalità di cinque secondi sarebbe stata la peggiore punizione che Verstappen avrebbe dovuto affrontare se non avesse restituito la prima posizione a Hamilton. Alesi, tuttavia, è convinto che una penalità drive through sia la strategia migliore per evitare casi del genere. “Che il pilota guadagni o meno tempo, non mi importa. La penalità per aver messo le quattro ruote fuori dai limiti della pista dovrebbe essere immediata: un drive through!”.

Con 22 gare ancora da disputare, il francese ritiene che Verstappen abbia fatto bene a “prendersela comoda” e a ridare la prima posizione in mano ad Hamilton. “Sicuramente ha dovuto prendersela comoda, ma sa che il tempo è dalla sua parte. Mancano 22 Gran Premi. E,  alla luce di ciò che è stato il fine settimana in Bahrain, possiamo aspettarci che l’equilibrio di potere con la Mercedes si sia invertito. Sarebbe accaduto, prima o poi”, ha concluso il pilota di origini siciliane.

Amedeo Barbagallo

Catania, 2001. Studio Filosofia e curo un Blog. Collaboro con F1world. Sono l'autore del libro "I ragazzi che salvarono il mondo", Santelli Editore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.