Wolff: “Hamilton-Vettel potrebbe essere la rivalità più grande di sempre”

Con il primo podio al GP di Russia, Hamilton è riuscito a superare l’idolo indiscusso Senna e a portarsi al pari con il ferrarista Vettel a quota 42 vittorie. Adesso i due si sono piazzati subito dietro due leggende come Prost (51 vittorie) e Schumacher (91) e l’inglese ha dichiarato più volte di morire dalla voglia di battersi con Vettel come i tempi d’oro di Senna e Mansell nei primi anni 90.

Per le due scorse stagioni il suo maggiore rivale è stato sempre il compagno di squadra Nico Rosberg, ma quest’anno, nonostante il dominio incontrastato di Lewis, Vettel ha dimostrato quanto la Ferrari possa essere un avversario temibile.

Il primo sostenitore della battaglia è proprio il Team Principal Mercedes: “Tutti e due hanno a disposizione una macchina davvero performante e potrebbe nascere una della più grandi rivalità della storia della F1” però Toto aggiunge che per il momento l’antagonista numero uno di Lewis resta Rosberg.

Per il titolo 2015 è solo questione di tempo, infatti ad Austin Hamilton potrebbe già proclamarsi Campione del Mondo; tuttavia Hamilton e Vettel non si sono mai trovati a contendersi lo stesso titolo, benché siano i due piloti che hanno imposto il loro dominio dal 2008 in poi, senza dimenticare il titolo di Button nel 2009.

La sfida faccia a faccia tra Ferrari e Mercedes si è intravista in qualche occasione durante questa stagione, tutto dipende dal progresso che la Rossa riuscirà a portare a termine durante la pausa invernale e Wolff non ha dubbi che a Maranello riusciranno a tirare fuori qualcosa di buono per una vera battaglia nel 2016.

Ci aspettiamo una Ferrari davvero forte il prossimo anno. Hanno mostrato una di poter fare ottime gare fino ad adesso – spiega Wolffa Sochi abbiamo visto Sebastian con un buon ritmo. E’ un gruppo di persone molto capaci con un’ottima macchina e ci auguriamo di poter essere protagonisti di una bella sfida l’anno prossimo.”

Anna Polimeni

Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio