Analisi della redazioneFormula 1

Vettel, ora o mai più!

Il futuro con la Ferrari del pilota tedesco è in bilico e tutto dipenderà da questa stagione

La fine del contratto è arrivata, adesso dopo due anni mediocri Sebastian non può più sbagliare

Con la presentazione in grande stile al teatro Valli di Reggio Emilia, è iniziata ufficialmente la stagione 2020 della Ferrari. Ora ci saranno i test e poi dal 15 marzo, data del Gran Premio d’Australia si tornerà a fare sul serio. Da Melbourne, ogni momento, ogni episodio sarà decisivo non solo per le sorti del campionato ma anche per quelle dei due piloti, in modo particolare per Sebastian Vettel.

Già, perchè mentre Leclerc ha già firmato il suo rinnovo fino al 2024, per il tedesco è ancora tutto in discussione. In questa stagione Sebastian dovrà tornare ad essere quello dei tempi d’oro e cancellare gli ultimi due anni decisamente sottotono. Anche perchè a Maranello il giovane monegasco scalpita e non vede l’ora di prendersi in pista il ruolo di prima guida. Vettel dovrà evitare proprio questo, piuttosto dovrà reggere l’urto e tenere testa al nuovo fenomeno. Perchè il ruolo di seconda guida va stretto a lui, che ha pur sempre quattro titoli in bacheca, e va stretto alla Ferrari, che su di lui ogni anno spende 40 milioni.

Nel 2019, dopo un periodo di ambientamento durato fino al GP del Canada, Charles Leclerc è stato in grado di infliggere al compagno un 11-3 in qualifica e un 8-5 in gara (escludendo il GP di San Paolo, dove entrambe le Rosse non hanno visto la bandiera a scacchi). Uno score difficile da digerire per l’ex Red Bull, spesso messo in discussione proprio per questo. Ma se quest’anno la situazione si ripetesse, sarà difficile che la Rossa possa puntare ancora su di lui. Molto più probabile che punti su qualche giovane, come Sainz o Giovinazzi, o che addirittura tenti il colpaccio di nome Lewis Hamilton.

Dunque che ne sarà di Sebastian Vettel? Saranno proprio le prossime gare a dircelo, perchè se è vero che, come detto da Binotto, la line-up 2021 sarà decisa entro la trasferta in Spagna, allora sarà nelle prime tappe dell’anno che il tedesco dovrà convincere chi di dovere a puntare ancora su di lui. Le capacità non gli mancano di certo, ma negli ultimi anni sono state offuscate da prestazioni anonime e qualche errore di troppo. Se Seb ritroverà la lacca dei primi anni in Rosso, non ci sono dubbi che la GES decida di prolungargli il contratto.

Qualora non ci riuscisse, difficile che approdi in Red Bull vista la presenza ingombrante di Verstappen. Molto più plausibile l’arrivo in Mercedes nel caso partisse Lewis Hamilton, o magari in McLaren dove ritroverebbe Andreas Seidl, con cui ha lavorato ai tempi del BMW. Difficile prevedere cosa accadrà, quel che è certo che in questo 2020 Sebastian Vettel si giocherà il suo futuro.

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close