DichiarazioniFormula 1

Verstappen: un futuro in Mercedes o Ferrari non è da escludere

Che futuro attende Max dopo Red Bull?

Max Verstappen non esclude un futuro con Ferrari o Mercedes

A soli 24 anni, il neo campione del mondo F1 Max Verstappen ha già delle idee ben precise per il suo futuro. Con un contratto pluriennale in Red Bull, che lo lega alla scuderia fino al 2028, Max può dormire sonni tranquilli per parecchi anni. L’olandese già si domanda cosa farà una volta che questo contratto giungerà al termine. L’unica cosa che potrebbe separarlo dalla Red Bull prima del 2028 è una clausola rescissoria nel suo contratto nel caso in cui le sue prestazioni fossero considerate troppo al di sotto degli standard imposti dal team.
Ai microfoni di Sky Sport Germania, Verstappen ha parlato di come gli piacerebbe correre per altri team in futuro, magari in Ferrari o proprio nella storica rivale Mercedes. Per ora però punta solo a vincere il più possibile con il Toro. Le ultime vittorie lo hanno portato a pochissimi punti dal primo della lista, Charles Leclerc.

Verstappen vs Leclerc. Dai kart alla massima categoria

Dopo un inizio di campionato segnato da problemi meccanici, Max Verstappen e Sergio Perez hanno attirato la scena su di loro con continue vittorie da parte dell’olandese che lo collocano ora a soli 19 punti da Charles. “A fine contratto avrò solo 31 anni. Avrò l’opzione di continuare o meno ma penso già che continuerò a correre, solo che non so con chi” ha ammesso Verstappen. Battagliare il suo rivale dai tempi dei kart per il comando della classifica piloti è l’unico obiettivo di Max al momento e sembra quasi essere un anno sabbatico dopo l’estenuante duello che lo ha portato a scontrarsi con Hamilton per tutto il 2021, ultima gara inclusa.

Ora sembra una rivalità tra amici anche se sia Charles che Max, ovviamente, vogliono il titolo mondiale. Tra Leclerc che vuole riportare la Ferrari al suo storico splendore e Max che vuole a tutti i costi dimostrare che il titolo mondiale non l’ha vinto per caso si prospetta un altro anno ricco di sfida e tensione. “Ogni pilota ha un approccio diverso con gli altri. Cambia molto da come una persona si difende e attacca qualcuno rispetto ad un altro pilota. Io e Charles stiamo avendo degli ottimi duelli. È probabile che i piloti della Ferrari e della Red Bull si ritroveranno ancora una volta testa a testa quando la Formula 1 si dirigerà a Barcellona questo fine settimana per il Gran Premio di Spagna, con la Ferrari che ha promesso aggiornamenti sostanziali che daranno del filo da torcere alla Red Bull.

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.