DichiarazioniFormula 1Mercato Piloti F1

Verstappen-Leclerc, il duo dei sogni della Red Bull

Secondo alcuni rumours ci sarebbero stati contatti con i vertici della scuderia austriaca per portare il monegasco in Red Bull

Secondo alcune indiscrezioni la coppia Verstappen-Leclerc sarebbe stata nel mirino della Red Bull e di Helmut Marko

Ancora non si è arrivati al giro di boa di questo intenso 2021 eppure si intensificano le voci di mercato accompagnate da retroscena passati. Dopo il rinnovo della partnership tra Lewis Hamilton e la Mercedes sono naturalmente sfumate le voci che avrebbero voluto Max Verstappen accasato in quel di Brackley. Il contratto dell’olandese infatti prevede una clausola legata alle prestazioni della monoposto di Milton Keynes, che quest’anno però sembra fare concorrenza alle Silver Arrows. L’attenzione degli insider è ora però rivolta alla possibilità di vedere SuperMax al vertice della potenziale coppia Verstappen-Leclerc.

All’epoca dell’ipotetico interesse Mercedes, il direttore sportivo della scuderia austriaca Helmut Marko non ha perso tempo per smentire la faccenda. “Questi tipi di speculazioni sono diffusi appositamente per creare scompiglio” – ha dichiarato l’ex-pilota ai microfoni di Sport 1 – “era chiaro sarebbe arrivato il rinnovo. Ci aspettavamo però che per ragioni tecniche e strategiche non sarebbe stato annunciato prima dell’appuntamento di Silverstone”. Una volta accantonato il pericolo Mercedes, per i vertici della Red Bull si avvicina la decisione riguardante il comprimario del ventitreenne di Hasselt.

Per la redazione italiana della testata motorsport.com, sulle spalle dell’olandese aleggerebbe il fantasma di Charles Leclerc. Sono infatti sempre più insistenti le voci che vedrebbero il monegasco scontento delle prestazioni della Rossa di Maranello, troppo lontana dalle posizioni che contano. Per quanto una coppia Verstappen-Leclerc possa essere un’ottima contromossa al possibile futuro duo inglese Hamilton-Russell, l’alfiere del principato è legato al Cavallino Rampante fino al 2024. Inoltre l’entrata in vigore del nuovo regolamento nel 2022 potrebbe scombussolare le carte in tavola rendendo di fatto vane manovre di questo genere.

 

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, studente magistrale di Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.