DichiarazioniFormula 1

Una lotta tra Red Bull e Mercedes è ancora possibile?

La lotta tra Max Verstappen e Lewis Hamilton sembra rimasta nel 2021. Ma potrebbe ancora riaprirsi?

Il duello tra Red Bull e Mercedes è ormai solo un ricordo

L’intensa battaglia tra Max Verstappen e Lewis Hamilton, che l’anno scorso ha lasciato i fans di tutto il mondo con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo, sembra ormai un ricordo lontano. La notte del 12 dicembre 2021ad Abu Dhabi, degna conclusione di una stagione mozzafiato, entrerà sicuramente nella storia della Formula 1 e resterà nei ricordi di chi l’ha vissuta per molto, molto tempo. Ma che ne è rimasto di quella competizione condotta senza esclusione di colpi fino all’ultimo giro dell’ultima gara del Mondiale?

Quest’anno assistiamo stupiti a una Mercedes che non riesce ad adattarsi alle novità del regolamento e che non è in grado di stare al passo della Red Bull, ma neanche della Ferrari. L’anno scorso avremmo a stento creduto che il sette volte campione del mondo, Lewis Hamilton, sarebbe giunto a metà stagione senza ottenere neppure una vittoria e avrebbe addirittura faticato a salire sul podio. Tuttavia, secondo molti addetti ai lavori, per l’inglese la prima vittoria della stagione non è lontana.

Potrebbe tornare una lotta tra Red Bull e Mercedes?

Per Max Verstappen, la Mercedes potrebbe presto tornare a lottare per vincere. Il nuovo Campione del mondo in carica, nonché attuale leader del Mondiale, ammette che la sua rivalità con il Lewis Hamilton per ora è passata in secondo piano, ma “sarà diverso se ci combattiamo di nuovo“. “Forse a fine stagione. Vedremo. Stanno meglio che all’inizio dell’anno, ma hanno bisogno solo di un po’ di più“, ha aggiunto l’olandese.

A fargli eco il boss della Red Bull, Christian Horner: “Ci aspettiamo che la Mercedes sia veloce al Paul Ricard. Ci sono chiari segnali che stanno tenendo sotto controllo i loro problemi di porpoising. Si stanno mettendo in gioco il che a volte ci aiuterà e a volte ci ferirà nella battaglia per il campionato del mondo”.
Comunque si stanno avvicinando a noi, quindi mi aspetto una lotta a sei piloti, che è una cosa favolosa per i fan”, ha aggiunto.

In effetti, Hamilton è tornato sul podio di recente e il Paul Ricard, con la sua superficie molto liscia, dovrebbe essere particolarmente adatto all’innovativo design della W13, soprattutto in termini di ritmo di qualifica. Inoltre, sembra che la Mercedes, abbia risolto il suo problema di porpoising e stia ora lavorando su altri, essenziali aggiornamenti.
Il nostro miglior aggiornamento sarà quello che non vedi“, ha infatti affermato un ingegnere del team di Brackley ad Auto Motor und Sport.
Anche Toto Wolff è ottimista e ha affermato che il distacco da Red Bull e Ferrari è ora solo di “due o tre decimi“, anche se ammette che spesso è maggiore.

Il calo di prestazioni di Hamilton è stato inaspettato

Se potessero partire più in alto della griglia, sarebbero già in testa“, ha detto a Servus TV Mathias Lauda, figlio del defunto presidente della Mercedes Niki Lauda. Tuttavia è chiaro la situazione è ben diversa dagli anni scorsi, quando in qualifica la Mercedes collezionava pole postions senza alcun problema.

L’ex capo della Formula 1, Bernie Ecclestone, infine, rivolge parole taglienti all’8 volte campione del mondo: “All’inizio dell’anno, ero pronto a scommettere che Hamilton avrebbe vinto l’ottavo titolo e se ne sarebbe andato. Ma ora non sembra che lascerà la Formula 1. Forse si è reso conto che fare soldi nell’industria della moda non è così facile come qui“.

Silvia Gentile

Sono Silvia, vengo da Torino e sono laureata in Discipline della Arti, della Musica e dello Spettacolo. L'amore per la Formula 1 è nato solo qualche anno fa, in maniera improvvisa e inaspettata, ma da allora uno dei miei desideri è quello di raccontarne le vicende e i protagonisti a chiunque abbia voglia di ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.