DichiarazioniFormula 1

Seidl: “bisogna contestualizzare le parole di Ricciardo”

Il team principal McLaren chiarisce le parole del pilota australiano che sente di non avere il giusto feeling con la monoposto

Seidl ha un’idea ben chiara delle difficoltà di Ricciardo, e per questo asserisce che bisogna contestualizzare le parole dell’australiano

La scorsa settimana Daniel Ricciardo ha ammesso le sue difficoltà nel gestire la sua nuova monoposto aggiungendo inoltre di non sentirsi ancora a livello del suo compagno di squadra Norris. Esprime il suo pensiero, in seguito a queste dichiarazioni Andreas Seidl, che sostiene di avere un’idea ben chiara degli ostacoli che impediscono il buon rendimento di Ricciardo e invita a contestualizzare le sue parole succedute al weekend monegasco.

Il Gran Premio di Monaco è stato deludente per Ricciardo, tanto da essere doppiato dal suo compagno Lando Norris. Eliminato già dal Q2, l’australiano ha ribadito il suo mancato feeling con la vettura, incolpando i dati forniti dalla scuderia. Tuttavia queste dichiarazioni non infastidiscono il team principal tedesco che asserisce: “Prima di tutto, una delle ragioni per cui amo lo sport, e perché voi amate questo sport; è uno sport umano, e ci piacciono le emozioni dei membri del team o dei piloti dopo buone o cattive performance”. Ha detto a The Race. “Ecco perché penso che bisogna contestualizzare le citazioni di Daniel dopo le qualifiche”.

LA GUIDA DI NORRIS PIU ADATTA ALLA VETTURA DI QUELLA DI RICCIARDO

Andreas Seidl dice che il team ha analizzato i dati in seguito all’esclusione di Ricciardo nel Q2, e ammette di avere una “chiara idea” sul perchè non sia riuscito ad eguagliare Norris. La nostra auto ha bisogno di essere guidata in un certo modo per estrarre tanta prestazione quanto riesce a Lando. Questo non è naturale per Daniel, ed è ovviamente un problema; c’è bisogno di tempo affinchè questa cosa riesca naturalmente”. 

Anche l’intera squadra ha il suo compito, ovvero di tentare di rendere la vettura il più possibile facile da guidare. “È anche compito nostro vedere cosa possiamo fare sulla monoposto, cambiarla al fine di renderla più naturale per lui, e in modo da poter estrarre la prestazioni che siamo tutti abituati a vedere da lui, con il chiaro obiettivo di non perdere le prestazioni complessive della vettura”. 

Seidl si trova a lodare anche, e soprattutto, team e pilota per l’impegno reciproco che stanno impiegando nel rendere migliore le prestazioni di Ricciardo in McLaren. “Questo è il processo in cui ci troviamo al momento. Sono impressionato da come sia il team che Daniel stanno gestendo questa situazione impegnativa. Abbiamo semplicemente bisogno di più tempo e poi fra alcune gare non parleremo più di questo problema”. 

Maria Sole Caporro

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.