DichiarazioniFormula 1

Sainz: “Sarà una lotta a tre”

Che la Ferrari sia pronta a lottare non ci sono dubbi, ma non sarà la sola. Secondo Sainz saranno tre le scuderie a giocarsi il mondiale

La doppietta di Sakhir mette carica, ma Ferrari frena: non sono loro i favoriti. Sarà una lotta a tre con Red Bull e Mercedes, secondo le parole di Sainz

Il risultato del GP del Bahrain dà sicuramente forza e gioia a team e tifosi della rossa, ma lo spagnolo ci tiene a ricordare che il campionato è ancora lungo e bisogna avere cautela. Non ci sarà solo la Ferrari in questo 2022 ma, secondo Sainz, saranno tre le potenze in lotta per il mondiale: il Cavallino, Mercedes e Red Bull. La scuderia vede infatti la scuderia di Milton Keynes ancora come i grandi favoriti (così come Binotto), mentre per quella di Stoccarda si aspetta una ripresa.

“La macchina era pronta per il podio questo fine settimana, ma non possiamo escludere nessuno. Mercedes ci arriverà. Verstappen avrebbe potuto vincere. Sarà un campionato mondiale a tre. Ferrari deve concentrarsi sul miglioramento di questa vettura perché Red Bull e Mercedes stanno andando porteranno migliorie velocemente” ha dichiarato Carlos Sainz su ‘El partidazo’ di COPE.

Lotta tra colleghi?

In Ferrari, si sa, non ci sono gerarchie. Non esiste un primo e un secondo pilota, sono entrambi alla pari per la scuderia. Dunque, la competizione tra i due sarà aperta? Secondo Sainz sì, almeno fino a quando non verrà decretato un vero e proprio leader dalla classifica. Ovviamente vi dovranno essere delle preferenze nel caso uno avesse un passo migliore dell’altro, ma non si aspetta ordini di scuderia che vietino a lui e Leclerc di battagliare.

Ci sarà permesso di competere. Dovremo dare preferenze al pilota che sta giocando per il campionato del mondo. Succede in tutte le squadre. Dobbiamo entrare nella lotta mondiale. L’ideale sarebbe giocarselo entrambi, in modo che non ci sia un’altra squadra in mezzo. Voglio essere al top“, ha aggiunto il pilota spagnolo. Carlos si dimostra, ad ogni modo, consapevole della differenza con Charles di questo inizio campionato. Leclerc si è adattato alla monoposto meglio di Sainz, ma quest’ultimo non vuole smettere di migliorarsi per raggiungere i livelli del compagno.

“Manca una combinazione di due cose. Ottenere a punto l’auto a proprio piacimento e adattarsi come pilota al cambiamento di regolamento. In poche parole, Leclerc sa come ottenere il meglio dalla macchina. Io devo trovare il mio set-up che mi dia fiducia, ha aggiunto Carlos. Poco ma sicuro, Sainz vuole godersi la stagione il più possibile: “Quest’anno mi godrò la Formula 1 più che mai. Il tuo obiettivo è quello di arrivare lì, ma questo è il primo anno che mi sembra davvero di avere una macchina per lottare per la vittoria. Questo è quello che mi piacerà di più, ha concluso lo spagnolo.

Carlotta Ramaciotti

Da 20 anni appassionata di sport. L'amore per i motori nasce dal papà e cresce insieme alla mamma e a questo si lega la passione per la scrittura. Obiettivo: fare della mia passione il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.