DichiarazioniFormula 1

Sainz: “Potrei avere 30 o 40 punti in più in classifica”

Il pilota spagnolo si rammarica per la sua posizione in classifica affermando che non rispecchia fedelmente la sua stagione

Carlos Sainz definisce la sua stagione 2020 anomala, in cui una combinazione di noie tecniche ed errori umani hanno relegato il pilota McLaren fuori dalla top ten.

La stagione 2020 di Formula 1 non è stata come ci si aspettava per Carlos Sainz. Il pilota spagnolo, complici guasti tecnici, ma anche errori umani di sua responsabilità, non è riuscito ad essere continuo in termini di risultati come lo era stato lo scorso anno. In classifica Sainz, in effetti, è solo undicesimo, fuori dalla top ten, e l’obbiettivo del quarto posto nella classifica piloti si fa sempre più arduo.

Tuttavia, il pilota della McLaren afferma che il campionato 2020 sia stato la sua miglior stagione in Formula 1 e si rammarica per non aver dimostrato in pista tutto il suo potenziale. E’ fastidioso. Sono competitivo e considero la mia stagione buona, se non fosse per un errore in Russia” , ha commentato Sainz su Motorsport Week. “Penso di aver fatto il mio anno migliore in Formula 1 fin’ora, e di gareggiare ad un livello molto alto”, ha continuato lo spagnolo.

Il punto di forza di Sainz, la continuità, quest’anno per lui è venuta a mancare. Le due gare di Silverstone a secco, il guasto in partenza a Spa, l’incidente collettivo al Mugello e infine l’errore al primo giro nel GP di Russia hanno reso la stagione dello spagnolo avara di punti, e decisamente discontinua. Se pensiamo al sesto posto nella classifica piloti ottenuto lo scorso anno, si potrebbe dedurre che non è stato un anno fortunato per il futuro ferrarista.

VOLATA MONDIALE TRA I PILOTI DEL MIDFIELD

Sainz, nonostante le stagione compromessa, si dice ancora in corsa per il quarto posto mondiale anche se l’impresa di scalare la classifica è molto difficile. ” Non ha mai avuto l’opportunità di ottenere risultati consecutivi in una breve stagione. Non è ancora finita, restano sei gare e cercherò di finire nel migliore dei modi. Lo trovo particolarmente fastidioso, penso che potrei avere 30 o 40 punti in più“, ha dichiarato lo spagnolo.

Al momento Ricciardo ricopre la quarta posizione nella classifica piloti, tra i due vi è un distacco di 27 punti“Sono un po’ lontano. I punti sono una vittoria in gara. Per noi una vittoria è finire nei primi 6, cioè ottenere 8 punti. Quindi si potrebbe dire che sono a due o tre “vittorie” da loro”.  Sainz esprime la sua opinione poi sulla lotta all’iride paragonandola alla sua lotta mondiale: “E’ l’equivalente di Bottas. E’ in lotta per il titolo?  Forse, ma ha poche possibilità”. 

Infine Sainz afferma che vuole concludere la sua esperienza in McLaren in grande stile, raccogliendo più punti possibili. “Non vuol  dire che durante le ultime gare non voglia fare bene, voglio finire al vertice con la McLaren e fare tanti punti”, ha concluso il futuro ferrarista.

 

 

 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.