DichiarazioniFormula 1

Russell: “L’avversario più vicino sarà l’Alfa Romeo”

Il pilota della Williams si aspetta che la scuderia più vicina a livello di prestazioni sia la monoposto guidata da Raikkonen e Giovinazzi

George Russell ha affermato che secondo lui il primo avversario della Williams sarà l’Alfa Romeo. Il pilota inglese si aspetta infatti che la scuderia italiana sia quella che si dimostrerà essere più vicina a livello di prestazioni della monoposto.

Nel 2019 la Williams ha raccolto un misero punto in tutto l’anno, nella rocambolesca gara di Hockenheim, ed è stata sempre la vettura più lenta in griglia. Tuttavia, a Barcellona durante i test si è visto qualche miglioramento rispetto allo scorso anno, e la monoposto in sè appare più competitiva. Difficile dire che la Williams potrà lottare con gli altri team di centro classifica, ma Russell è convinto che la stagione 2020 rappresenterà un passo in avanti.

Prima dell’annullamento del GP d’Australia per l’emergenza coronavirus, Russell ha dichiarato: “Penso che il nostro concorrente più vicino sulla carta al momento sia l’Alfa Romeo. Siamo decisamente più vicini di quanto fossimo 12 mesi fa, ma voglio fare troppe promesse. Preferirei essere più sotto il radar e uscire con un risultato decente, ma non ho aspettative“.

DOVE E’ MIGLIORATA LA MONOPOSTO

Parlando poi della competitività della vettura, Russell ha spiegato che ritiene che la Williams abbia dimostrato di essere più veloce sul passo gara che non nel singolo giro.

Nei test siamo sembrati più competitivi sul passo gara rispetto al singolo giro, ma non ne siamo ancora sicuri“, ha proseguito Russell. “L’auto la sento bene ma non si tratta di questo, ma di quanto sia veloce in pista. Preferirei un’auto che sento da schifo, ma che però sia la più veloce“.

Credo di aver fatto un grande passo  in avanti quest’anno con le mie corse, ho lavorato molto alla fine dello scorso anno, soprattutto pensando in inverno di ottenere di più dalle gomme in 60 giri. L’ho provato nei test e sono rimasto molto soddisfatto del passo gara, e ho bisogno di vedere se posso portare questi progressi anche in gara“.

Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button