DichiarazioniFormula 1

Prost su Alonso: “Sono preoccupato della sua condizione fisica”

Il consigliere dell’Alpine Alain Prost si dice preoccupato della condizione fisica di Fernando Alonso diversi mesi dopo l’incidente in bici

Il consigliere dell’Alpine Alain Prost ha avvertito Fernando Alonso che potrebbe ancora risentire degli effetti del suo incidente in bicicletta prima dell’inizio della stagione di F1

Difatti nel mese di febbraio Fernando Alonso è stato investito da un’auto mentre si allenava in bicicletta prima del suo ritorno nella massima serie automobilistica, influenzando così la sua preparazione pre-campionato, ed è proprio a questo episodio che Alain Prost si riferisce quando dichiara: “Ci vuole del tempo, c’è la condizione fisica, il corpo vecchio, la vista e la testa e ricordo anche l’incidente in bici, non sappiamo che effetto possono avere e per questo sono un po’ preoccupato”.

Allo stesso tempo il consigliere dell’Alpine sostiene che Fernando: “Sta migliorando sempre di più ma secondo me non è ancora completamente al top. Lo sa. Non mi sorprende però che ci voglia un po’ di tempo”.

IL BLACK-OUT DEL PASSATO

Lo stesso ex pilota francese non è estraneo ad un ritorno dopo un periodo di assenza dalla Formula 1, proprio lui infatti nel 1992 si prese un anno sabbatico per poi ritornare l’anno successivo alla guida della Williams, ma ha spiegato: “Quando sono tornato in Portogallo, mi sono chiesto perché sono tornato. È stato uno shock fisico, mentale. Ero davvero in forma, avevo il 5% di grasso sul mio corpo ma quando sono arrivato a settembre con una condizione ottima, mi sono sentito completamente perso”.

Per concludere ha sottolineato come: “Ciò significa che tutto ciò che fai fuori (la pista, ndr.) è importante, ma non è importante quanto tutto il lavoro all’interno della Formula 1, tutti i muscoli che stai allenando, sono muscoli diversi, tutta la fisiologia, la visione e tutto il resto, non si possono allenare al di fuori”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.