Curiosità dalla F1

Formula 1, Newey teme la McLaren-Honda per il 2016

Adrian Newey, direttore tecnico della Red Bull, insieme a numerose leggende della Formula 1 come Nigel Mansell vede la McLaren-Honda come una minaccia per 2016, ritenendo che il motorista giapponese possa risolvere facilmente i problemi che hanno fortemente influenzato l’intera stagione appena trascorsa.

«Credo che Honda, per quanto abbiamo visto, compirà un grande step in avanti. –afferma– Penso che il loro motore termico sia un buon motore. Il loro problema sta nel fatto che hanno fatto l’unità ibrida troppo piccola. Ma è un problema semplice da risolvere durante l’inverno». 

f1-newey-red-bull-hondaOltre alla McLaren, sono numerosi i fattori che impensieriscono il genio britannico, a partire da Renault. Il costruttore francese ha appena concluso il deal con Lotus e i pronostici sul 2016 non sono buoni, tesi corroborata dalle difficoltà che continua a incontrare da due anni a questa parte con i V6 turbo. Dal fronte Red Bull è garantito un miglioramento del telaio, che tuttavia da solo non può garantire miracoli. «Francamente -ammette l’ingegner Newey- penso che il 2016 sarà un anno estremamente difficile per noi. Se inizieremo con la stessa potenza che abbiamo avuto nel 2014 e nel 2015, e penso che accadrà così, saremo ancora più indietro.

Stando al nostro lavoro, abbiamo riscontrato degli importanti miglioramenti dal punto di vista telaistico, ma tutte le squadre ovviamente vanno avanti. Mercedes e Ferrari faranno progressi sicuramente anche loro. Quindi l’anno prossimo sarà difficile per noi. Il tutto è deciso da ciò che accadrà nello sport, nel 2017 e oltre».

Newey dichiara amaramente che perfino la Toro Rosso sorpasserà il team di Milton-Keynes. «Toro Rosso, la nostra squadra sorella, avendo un motore Ferrari 2015, sarà considerevolmente più avanti della power unit Renault.» Comprensibile è l’insofferenza nei confronti di un regolamento, di una reattività da parte di Renault e di un’epoca così poco dinamici:  «C’è o no il desiderio da parte dell’organo di governo di permettere che team privati come noi abbiano motori competitivi– termina interrogativo.

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.