DichiarazioniFormula 1

Massa: “Il compagno più difficile da battere? Alonso”

Il brasiliano rievoca ricordi del suo passato in Ferrari, e sceglie l’asturiano come il più forte in pista, nonostante colleghi del calibro di Schumacher e Raikkonen

Felipe Massa, in termini di talento puro, mette sullo stesso piano Fernando Alonso con il sette volte Campione del Mondo tedesco. Nonostante questo ha anche affermato che la convivenza all’interno della scuderia con lo spagnolo, è stata molto complicata.

“Era impossibile avere le gomme davanti a quelle di Fernando Alonso. Non voglio sminuire Michael Schumacher come leggenda della Formula 1, ma ‘Nando’, senza dubbio, aveva lo stesso suo talento, in termini di velocità e intelligenza” afferma Massa.

Il brasiliano sottolinea come fossero differenti le gerarchie contrattuali e i rapporti con i due piloti sopracitati: Schumacher aveva il pieno potere decisionale all’interno della squadra. Per me è stato come un fratello maggiore. Con Alonso la disputa era più equa. Eravamo sullo stesso piano a livello contrattuale, ma riuscì a portare la squadra totalmente a suo favore”.

Alonso Massa
Credit: Ferrari Press Area

IL PERIODO PIU’ DIFFICILE DELLA SUA CARRIERA E’ STATO QUANDO CONDIVIDEVA IL SEDILE CON L’ASTURIANO

Durante la live Instagram, Felipe, si è sfogato dichiarando:“Anche se sono sempre andato molto d’accordo con lui, è riuscito a cambiare le gerarchie in squadra, traendone continuamente vantaggio. Con Kimi, non ho mai avuto questo problema”. Poi cita alcuni esempi della stagione 2010. Punto cruciale per la sua carriera, poiché da lì non riuscì a brillare come nel 2008. “La prima gara, in Bahrain sono riuscito a stare davanti a lui in qualifica, ma poi ha fatto una gara eccezionale e mi ha battuto. La gara successiva invece pioveva. Io ero terzo e lui quarto. Negli ultimi giri me lo sono ritrovato incollato ai miei scarichi. Poi la squadra mi ha ordinato di lasciarlo passare…

Massa, contrariato da quell’ordine non lo fece sopravanzare poiché, secondo lui, era una scelta insensata dato che era solamente la seconda gara dell’anno, disobbedendo al muretto. Durante il corso della stagione, il brasiliano si è sentito molto destabilizzato, soprattutto dopo la gara in Germania. “Quando mi dissero di lasciarlo passare lo feci, perché era la cosa giusta da fare, ma da quella gara qualcosa in me cambiòha così concluso dinanzi ai suoi followers.

Davide Filotrani

Pubblicità

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button