Mario Andretti: «La mia ricetta far tornare in voga la Formula 1»

Italian Grand Prix, Monza 4 - 7 September 2014

Il grande circo della Formula 1 fa tappa ad Austin questo fine settimana accompagnato da alcune nubi che potrebbero preannunciare tempeste di impatto gigantesco. La Marussia e la Caterham non prenderanno parte al GP degli Stati Uniti, essendo finite in amministrazione controllata, la Force India ha rischiato di seguire il loro esempio e da parecchi mesi, sia la Sauber che la Lotus hanno affermato che la crisi si sente anche in Formula 1, eccome. Con un panorama finanziario da crollo della borsa di New York del 1929, la pressione su Bernie Ecclestone non può che aumentare giorno dopo giorno. Mario Andretti, in qualità di ambasciatore del tracciato di Austin nel mondo, ha voluto offrire la propria ricetta per migliorare l’appeal di questa Formula 1 in crisi.

Secondo l’ex pilota statunitense, i responsabili dei regolamenti dovrebbero provare a essere più creativi nelle regole. Con appena 18 monoposto in griglia di partenza questo fine settimana Andretti avrebbe anche la sua ricetta per movimentare la corsa: «Mi piacerebbe vedere in pista ogni team con la sua terza vettura, ad esempio la Mercedes potrebbe schierare un pilota americano in veste di ospite. Avete idea di che evento risulterebbe? Tutti i media nazionali e internazionali ne parlerebbero – ha sottolineato l’ex pilota – Ci sono molti modi per aumentare l’interesse verso la Formula 1, bisognerebbe solo parlarne», ha concluso.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.