Formula 1

Luca di Montezemolo risponde ai giornalisti sul suo futuro in Ferrari

Luca di Montezemolo, che ha salutato i tifosi dalla pit-lane, sullo storico circuito di Monaza, ha trovato l’occasione per parlare con i giornalisti per affrontatare diversi temi. “Intanto sono contento di essere a Monza. Su questa pista c’è un’atmosfera unica e per me e la Ferrari ci sono molti bei ricordi: qui, nel 1975, ho vinto il mio primo titolo da Direttore Sportivo e assistente di Enzo Ferrari, con Niki Lauda come pilota; qui abbiamo vissuto dei momenti incredibili con Michael Schumacher, cui mando un abbraccio enorme anche da parte di tutte le donne e gli uomini della Ferrari, e sempre qui ci siamo esaltati con la vittoria di Fernando del 2010. Stiamo lavorando con il nuovo Team Principal, Marco Mattiacci, per il rilancio e la riorganizzazione della nostra squadra corse. C’è ancora moltissimo da fare e dobbiamo operare al meglio in casa nostra per tornare al vertice. Ho detto a Mattiacci di parlare di regolamenti nelle sedi necessarie. Noi dobbiamo mettere al centro dell’attenzione i tifosi e gli appassionati che seguono le corse in tv e negli autodromi. La priorità, dunque, è quella di mettere a punto regolamenti semplici che siano facili da capire per la gente. Dobbiamo tornare a convogliare emozioni sulla Formula 1 e capire che questo sport è anche ricerca. Dobbiamo smettere di appiattire il livello della Formula 1: se qualcuno non vuole fare i test, non li faccia, se qualcuno ha dei simulatori eccellenti, non li faccia, ma questa tendenza deve finire. Si è invocato il controllo dei costi ma quest’anno sono stati voluti i motori più costosi di sempre.

Il Presidente della Ferrari ha poi risposto ai giornalisti, curiosi di sapere se il 2015 ci saranno ancora gli stessi piloti: “Fernando ha un contratto con noi fino a tutto il 2016 e vuole le cose che voglio io e che vogliono i tifosi, una vettura competitiva. Ed invece per Kimi, sono contento che cominci a trovarsi meglio con la vettura e spero che questa domenica possa disputare un’altra bella gara come a Spa-Francorchamps“.

A Montezemolo è stato poi chiesto di fare luce sulle future voci, che giaravano nel paddock, su un possibile addio alla guida della Rossa: “Mi pare che sia stato sollevato un polverone eccessivo intorno a questa vicenda. Nello scorso marzo ho dato la mia disponibilità a proseguire il mio lavoro per altri tre anni, se mai qualcosa cambierà sarò io stesso a comunicarlo“.

Infine, Luca di Montezemolo, ha poi illustrato il lavoro che c’è ancora da fare quest’anno, parlando di un anno con ricavi record, della  nuova vettura che verrà lanciata al Salone dell’Automobile di Parigi e gli eventi che sono in preparazione in vista di ottobre, per celebrare i 60 anni di presenza Ferrari in America.

 

 

Silvano Lonardo

Mi occupo di digital ADV e SEO. Appassionato di Formula 1, bici da corsa e vinili. Insegnante di nuoto e due volte papà.

Un commento

  1. Devono finire queste cose di preferenza. Con tanti vincoli x aiutare chi vogliono. anche questo sport e corrotto. Lo sport e fatto x chi è + bravo vince. x me deve essere il vincolo di cc. e il resto lasciatelo fare alle scuderie, che vinca il migliore, Condivido con te Presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio