Formula 1

L’AlphaTauri 2021 sarà simile alla RB16

Il team di Faenza per la stagione di F1 2021 utilizzerà delle componenti prese dalla monoposto della Red Bull della stagione 2020

Il 19 febbraio quando l’AlphaTauri presenterà la nuova monoposto per il mondiale di F1 2021, si noteranno molti dettagli uguali alla vecchia Red Bull RB16 del 2020

Questa pratica sarà possibile grazie al regolamento, ed eviterà all’AlphaTauri di utilizzare gettoni importanti per modificare il telaio, utilizzando appunto pezzi già omologati della Red Bull della passata stagione. Infatti, con il nuovo regolamento il telaio è stato “suddiviso” in 50 elementi omologati, a cui sono stati assegnati dei valori da 1 a 2 gettoni, che ogni team può spendere come vuole nel corso della stagione.

I CLIENTI

I team clienti dunque, così come avviene tra il team di Faenza e quello austriaco, ma anche come avviene con Ferrari e Haas o Mercedes e Aston Martin, possono utilizzare componenti già omologati dei team “madre”. Dunque, lo stesso Franz Tost team principal del team italiano, ha sottolineato come i pezzi presi dalla RB16 sono “vecchi” e che quindi non hanno richiesto una nuova omologazione e tempo per il loro sviluppo.

Questa pratica permetterà al team non solo di risparmiare gettoni e risorse, ma sarà in grado di fargli fare il salto di qualità in termini di sospensioni o freni, utilizzando due dei gettoni a loro disposizione per progettare un nuovo muso, adatto alle modifiche che intendono introdurre con nuovo componenti aerodinamici nella parte anteriore della nuova monoposto. Questo poiché da regolamento le modifiche aerodinamiche non fanno parte di quelle componenti congelate per la stagione 2021, ma anche perché bisognerà superare una nuova omologazione crash test.

Tale pratica preoccupa soprattutto Renault e McLaren, con il primo che non ha team clienti ma, con il loro status di team ufficiale devono rispettare i costi dell’evoluzione. Mentre il secondo non utilizzerà gettoni per sviluppare la propria monoposto, questo grazie alla nuova fornitura di power unit da parte di Mercedes, per questo motivo il team di Woking ha dovuto apportare delle modifiche prima del congelamento.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.