Curiosità dalla F1

L’Alfa Romeo torna in Formula 1: prima il test poi la vendita del marchio

Dell’eventuale ritorno in Formula 1 del marchio Alfa Romeo se ne parla ormai da alcuni mesi. Il primo a rilanciare l’indiscrezione su proprio il numero uno di FCA, Sergio Marchionne lasciando intendere come il ritorno del Biscione sarebbe avvenuto con una propria scuderia e non solo in qualità di fornitore di motori. A differenza di quello che si andava dicendo negli ultimi tempi il progetto potrebbe essere ben più avviato di quello che si pensi. Se le indiscrezioni rilanciate alcuni giorni fa dal celebre sito di gossip Dagospia si rivelassero veritiere, Alfa Romeo starebbe testando la propria monoposto di Formula 1 in un non precisato circuito europeo.

Se l’inizio dei test fosse confermato, il ritorno in Formula 1 di Alfa Romeo sarebbe davvero imminente anche se non si può ancora sapere se il Biscione, che sicuramente verrà motorizzato dalla Ferrari, sarà in grado di prendere parte già al prossimo mondiale. Secondo i rumors di Dagospia, sarebbe stato Marchionne in persona a voler velocizzare al massimo l’ingresso in Formula 1 di Alfa Romeo. Cavalcando la recente uscita della nuova Giulia, il numero uno di FCA vorrebbe prima far debuttare in pista il Biscione per poi venderlo al miglior offerente vedendo il suo valore aumentare in seguito al ritorno nella massima competizione automobilistica.

alfa-romeo-ferrari-test-segreto-per-tornare-in-formula-1-002

Nonostante le voci incerte proprio in questi ultimi giorni hanno iniziato a circolare sul web alcuni rendering davvero degni di nota, in particolare non è passato inosservato quello del designer Olcay Tuncay Karabulut che ha pensato a una monoposto Alfa Romeo di Formula 1 con cockpit chiuso sullo stile di quella presentata dalla Red Bull. Per ora non c’è niente di sicuro ma il ritorno del Biscione nella massima serie automobilistica è un’ipotesi che riporta le menti degli appassionati a un vero salto nel passato.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

2 Commenti

  1. Il ritorno di Alfa Romeo in Formula 1 è probabile, ma l’ipotesi di una cessione del marchio fa davvero ridere! Vendere un marchio nel bel mezzo di un rilancio per quale sono stati investiti miliardi di €? Ma dai…
    Vendere il marchio sul quale poggia il rilascio dell’intero gruppo? Ma dai…
    Dopo lo spin-off di Ferrari, il titolo FCA ha perso tantissimo. Privandolo anche di Alfa Romeo quanto perderebbe ancora, in valore ed interesse?
    Marchionne non volle vendere l’Alfa Romeo quando Fiat annaspava in un mare di debiti, e dovrebbe farlo adesso? E per quale motivo? Tra l’altro l’unico gruppo interessatoVAG, ha problemi enormi da fronteggiare…
    Più realisticamente, FCA potrebbe scorporare Alfa Romeo e quotarla in borsa, come già ipotizzato nel 2014, rendendola una società a parte sul modello di Ferrari. Il valore di Alfa Romeo è potenzialmente enorme, e Marchionne l’ha capito perfettamente. Solo un folle venderebbe un marchio così importante, nel quale sono aumentate esponenzialmente le sinergie con Ferrari e Maserati! Chi sarebbe tanto folle da creare un’auto stratosferica come la Giulia, per poi vendere il marchio?
    Chi farebbe un simile regalo alla concorrenza, che si troverebbe la strada spianata nel profittevole settore “premium”, chef è proprio quello nel quale F A vorrebbe inserirsi a tutti costi?
    Andiamo, dai…

  2. Ciao Dario. Non mi trovo in completo disaccordo con la tua idea, ma per Marchionne qualunque cosa con la quale si trova ad avere a che fare deve trasformarsi in soldi e se si ipotizza la vendita, è perché magari ci sono già delle offerte ben più importanti del mantenimento del marchio. Anche perché scorporare Alfa Romeo da FCA sullo stile Ferrari sembra davvero impossibile. A presto :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio