Formula 1

La figlia di Michael Schumacher ha una febbre da cavallo!

 

I figli di Michael Schumacher, Mick Jr. e Gina Maria, sono ormai cresciuti e sembrano aver preso la loro strada verso un futuro splendido, emergendo nei rispettivi sport. Per quanto riguarda Mick Schumacher sappiamo che ha lasciato il kart sfiorando il titolo di Campione del Mondo alla fine dello scorso anno, quest’anno debutta in Formula 4 tedesca, seguendo le orme del padre, correndo col team olandese Van Amersfoort Racing lo stesso in cui gareggiò Max Verstappen. Mentre Gina Maria Schumacher, a differenza del fratello e del padre ha scelto il mondo dell’equitazione e la monta Western. In questi giorni, la figlia di Michael, è impegnata nella città bavarese di Kreuth (Germania) in una competizione, ovvero il Futurity Europeo della National Reining Horse Association (NRHA). In questo evento monta diversi cavalli indossando vestiti decoratissimi tipici dei Cowboy, mettendo in mostra le sue qualità, doti e ottime abilità nel rodeo, precisamente lo sliding-stop, ottenendo dei buoni risultati, arrivando prima tra i cadetti della Non Pro con uno dei suoi cavalli che si chiama CS Eye Catching Gun, e dovrebbe prendere quindi parte alla finale di sabato. La sua passione per i cavalli, l’ha ereditata dalla mamma Corinne, che è stata campionessa svizzera di equitazione.

Intanto, sulle condizioni di Michael Schumacher, dopo il terribile incidente sugli sci a Meribel, lo scorso 29 dicembre 2013, purtroppo negli ultimi giorni, non abbiamo più avuto notizie; i media tedeschi e svizzeri che potrebbero avere fonti più dirette sembrano all’improvviso ammutoliti. Un silenzio dovuto da Sabine Kehm, la manager del 7 volte Campione del Mondo di Formula 1, si sta adoperando per evitare che le notizie sulle condizioni di Schumi vengano pubblicate, inviando missive dal legale, minacciando di querelare i giornali che abbiano intenzione di diffondere le informazioni. Anche tutti i medici, paramedici, fisioterapisti, specialisti che continuamente assistono Schumi a casa, nella riabilitazione hanno dovuto firmare delle clausole per rispettare la privacy.

In ogni caso, in attesa di poter ricevere qualche notizia, nel cuore dei tifosi, fans, ex colleghi, oltre che in quella della famiglia, c’è la speranza che lui possa vincere questa gara, sicuramente la più importante della sua vita e che possa gioire sulle qualità dimostrate dai suoi figli nelle loro carriere sportive.

Giorgia Meneghetti
@gioiavera

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio