Formula 1Gran Premio Belgio

Installato un nuovo cordolo in corrispondenza dell’Eau Rouge

Proseguono i lavori di rinnovamento del circuito di Spa-Francorchamps

Questa soluzione fa parte dei recenti interventi di ammodernamento dell’impianto situato nella foresta delle Ardenne

I gestori di Spa-Francorchamps e le pagine social dell’autodromo hanno pubblicato alcune immagini che ritraggono lo stato di avanzamento dei lavori di rinnovamento del circuito. Le modifiche previste per il Gran Premio del 2022 interessano molteplici aspetti. Le operazioni attualmente in corso sono orientate al miglioramento delle strutture di ricezione degli spettatori, in particolare le tribune. Non solo: gli interventi riguardano anche il circuito, a partire dall’ampliamento di alcune vie di fuga. L’obiettivo principale è quello di migliorare la sicurezza nelle sezioni più critiche del tracciato, in particolare il tratto di Eau Rouge e Raidillon.

Le modifiche nel dettaglio

La sequenza Eau Rouge-Raidillon dovrebbe essere sottoposta a numerose modifiche, per ridurre la velocità di transito allo scollinare delle monoposto. Le vie di fuga in asfalto saranno estese da entrambi i lati, e verrà aggiunta una nuova tribuna coperta. Le immagini condivise sui profili social del circuito, inoltre, mostrano che nel tratto in questione lo strato superiore di asfalto è stato rimosso, e sostituito da un manto nuovo.

La modifica più sorprendente, tuttavia, è rappresentata dal nuovo cordolo installato sul lato sinistro dell’ingresso dell’Eau Rouge. I cosiddetti “sausage kerb” sono stati soggetti a molte critiche negli ultimi anni, per la tendenza a far decollare le monoposto. Nel 2021 Abbie Eaton, impegnata in una gara della W Series, si è fratturata due vertebre proprio a causa dell’impatto violento con un cordolo. Un altro esempio è quello di Sean Gelael, infortunatosi alla schiena quando, durante il Gran Premio di Barcellona, la sua Formula 2 è stata proiettata in aria da un cordolo.

Infine, ricordiamo il terribile incidente con protagonista Alex Peroni. 2019, Formula 3, gara di Monza: all’uscita dalla Parabolica, la monoposto del pilota australiano decollò letteralmente su un “sausage kerb”. La vettura atterrò rovinosamente sulle barriere di gomme, ma per fortuna le conseguenza non furono gravi. Alla luce di questo episodio, il cordolo incriminato fu prontamente rimosso. Vedremo se il circuito di Spa andrà incontro a qualche critica per questa ultima introduzione.

Alessandro Bargiacchi

Sono toscano doc, nato a Firenze nel 1992. Adesso vivo in Casentino. Ho una laurea triennale in scienze politiche e una magistrale in semiotica. Adoro la musica e il teatro, così come lo sport, e a queste passioni cerco di dedicare tutto l'impegno e il tempo possibile. I miei primi ricordi legati a un Gran Premio 1 risalgono a Silverstone 1999, alle immagini sbiadite di Schumacher che colpisce violentemente le barriere di protezione. Negli anni, crescendo e cominciando a capire un po' meglio come funziona una gara automobilistica, sono diventato un vero appassionato di Formula 1, con un sincero amore sportivo nei confronti di Kimi Räikkönen, che ho avuto la fortuna di tifare per 20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.