DichiarazioniFormula 1

Hamilton: “La Formula 1 dovrebbe essere più creativa”

Il pilota della Mercedes ha avanzato delle proposte agli uomini di Carey, per cercare di rendere più coinvolgenti i weekend consecutivi sullo stesso circuito

Il campione britannico ha avanzato delle proposte rivolte ai big boss della Formula 1, invitandoli a rendere  i weekend consecutivi più coinvolgenti

Lewis Hamilton diventa uomo di marketing. Il pilota della Mercedes, particolarmente attivo in quest’ultimo periodo, questa volta ha messo parola nella modalità organizzativa della Formula 1, che quest’anno si trova a ospitare gare consecutive sullo stesso tracciato. Quello che Hamilton richiede è una Formula 1 più creativa.

Un suggerimento che arriva in un momento storico controverso e non semplice nemmeno per la Formula 1. Liberty Media ha cercato e sta cercando di fare il possibile per costruire un calendario interessante, per permettere a scuderie e appassionati di continuare a vivere l’emozione della pista. Una riorganizzazione che è costata diverso lavoro a Carey e i suoi, ma che sta incontrando gli apprezzamenti da parte degli addetti ai lavori e dei tanti tifosi che non vedevano l’ora di poter di nuovo vedere le monoposto sfrecciare a tutta velocità.

MAGGIORE CREATIVITÀ E COINVOLGIMENTO

Penso sicuramente che la Formula 1 dovrebbe cercare di essere più creativa, ma non saprei dire in che modo. Non ho risposte a riguardo, ma sono sicuro che cambiare semplicemente una mescola non faccia alcuna differenza, letteralmente nessuna per noi. È una questione di format. Se hai intenzione di fare due gare consecutive, è un peccato non poter per esempio invertire il senso di marcia. Ma ovviamente non è una cosa che è stata pensata quando è stato progettato il circuito”.

Insomma, per Hamilton la Formula 1 dovrebbe impegnarsi a inserire qualche piccola variazione tra un fine settimana e l’altro. Un modo alternativo per rendere i due appuntamenti apparentemente diversi, seppur sulla stessa pista. Come se si stesse girando il mondo, cosa a cui la Formula 1 è abituata da sempre, ma a cui ha dovuto rinunciare a causa dell’emergenza sanitaria.

In realtà, l’idea di invertire il senso di marcia sarebbe stata proposta per l’appuntamento del Bahrein, anche se nulla è ancora stato effettivamente confermato. Tuttavia, pur avendo ipotizzato una cosa di questo tipo, dall’altro lato Hamilton ha evidenziato come una modifica simile potrebbe generare del caos.

[…] Mi chiedo se ci siano altre categorie che stanno facendo qualcosa di diverso e a cui potremmo ispirarci. Abbiamo queste due gare a Silverstone le prossime settimane e potremmo sicuramente fare qualcosa per ravvivare il weekend, soprattutto per il secondo appuntamento penso”.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button