Curiosità dalla F1DichiarazioniGran Premio Singapore

Formula 1 | Halo a Singapore: ecco le opinioni di Alonso e Hamilton

A Singapore Alonso ed Hamilton hanno portato in pista il sistema Halo che, anche a loro parere, andrebbe rivisto nonostante non sia problematico

Fernando Alonso e Lewis Hamilton hanno testato per la prima volta il sistema Halo nel corso delle prove libere a Singapore. Entrambi i piloti, gli ultimi a portare in pista il sistema di protezione del cockpit, hanno formulato pareri simili a quelli espressi dai colleghi, esponendo alcune perplessità già condivise.

Tra i due, Hamilton è sembrato maggiormente propenso ad accettare la soluzione proposta dalla FIA, non ritenendola un problema.

“L’Halo? Sinceramente l’ho notato appena, tranne sono ai box e vedo lo schermo, ma non sono riuscito a vedere lo schermo! Comunque non è un vero problemaha dichiarato il campione del mondo in carica.

“Negli specchietti retrovisori non ho visto la mia ala posteriore, quindi blocca leggermente la visibilità ma poi andando avanti non ci ho più fatto caso. Avevo quasi la sensazione di doverlo tenere montato sul cockpit”. 

“Decisamente non è bello esteticamente, ma se si ripensa a quel 17% è meglio di niente ha chiosato Hamilton, memore del dossier sulla sicurezza procurato ai piloti.

Al contrario Alonso, che precedentemente si era rivelato più incline all’introduzione dell’Halo, ora ammette che la versione testata in data odierna necessiti di qualche aggiustamento.

“La prima impressione dell’Halo è che sia difficile entrare e uscire dalla macchina. –ha affermato l’asturiano– In termini di visibilità è ovvio che la riduca, ma sono sicuro che ci si abitui velocemente. Quando i musi erano stati alzati, la visibilità era peggiorata di molto, ma due-tre anni dopo siamo tutti abituati”. 

“Una volta imposto l’Halo, ci sarà l‘impatto iniziale ma ci abitueremo rapidamente. Tuttavia serve lavorare sul design e il modo di accedere e uscire va migliorato, anche per i meccanici affinché possano stringere e allacciarci le cinture di sicurezza” ha concluso Fernando.

 

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button