DichiarazioniGran Premio Stati Uniti

GP USA, Sebastian Vettel: «Fortunato in Q1, pista difficile per tutti»

Che il Gran Premio degli Stati Uniti avrebbe rappresentato una tappa ostica per la Ferrari si sapeva. In occasione della quartultima gara del Mondiale 2015 di Formula 1, il Cavallino Rampante ha montato la quinta power unit della stagione sulle vetture di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, obbligando così i propri piloti a dover scontare una penalità di 10 posizioni sulla griglia di partenza. Con la pista bagnata la Ferrari è apparsa in evidente difficoltà nel mandare in temperatura gli pneumatici e Sebastian Vettel, ancora matematicamente in corsa per il Mondiale, non è riuscito ad andare oltre il quinto posto anche se sarà costretto a schierarsi al 15esimo posto della griglia di partenza.

Proprio il tedesco si è reso protagonista in Q1 di un contatto con le barriere di protezione che fortunatamente non hanno provocato danni a macchina e pilota: «Erano condizioni difficili per tutti – ha raccontato Sebastian Vettel – Non è un mistero, sono stato un po’ fortunato in Q1, ma le condizioni della pista erano molto difficili per tutti, per cui ritengo che sia stato giusto non fare iniziare la Q3. La gara? Sono fiducioso anche se ho da scontare una penalità di dieci posizioni in griglia».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio