DichiarazioniFormula 1Gran Premio Francia

GP Francia, Alonso si classifica quarto nella seconda sessione

Un venerdì incoraggiante fa ben sperare sia l’asturiano che l’Alpine per il prosieguo del weekend. L’asturiano ha mostrato un buon ritmo e ritiene che finora siano stati abbastanza competitivi

Fernando Alonso ha avuto un gran venerdì in Francia al Paul Ricard, infatti ha ottenuto il quarto posto nella seconda sessione di libere

Lo spagnolo ha infatti mostrato un buon ritmo sia durante il mattino che nel pomeriggio. Giornata incoraggiante in ottica del GP di Francia per Alonso e Alpine, con l’asturiano persino quarto nella seconda sessione di prove libere. Un buon venerdì quindi sia per lui che per il team. L’obiettivo è quello di proseguire su questo trend per il resto del weekend. Alonso ha ottenuto il settimo posto nella prima sessione, invece nella seconda ha raggiunto un inaspettato quarto posto, buon segno in ottica del GP di Francia? Lo spagnolo sembra a suo agio ai comandi dell’A521 nella gara di casa del team e ritiene che finora siano stati abbastanza competitivi.

GIORNATA INCORAGGIANTE NONOSTANTE LE CONDIZIONI AVVERSE DOVUTE AL METEO

Non è stata comunque una giornata semplice per loro, visto che hanno dovuto fare i conti con forti venti e alte temperature. Vi sono però tanti lati positivi da analizzare per Alpine e Alonso, seppur è chiaro che per questo non devono certo rilassarsi. Oggi ci sarà la prova del nove. “Abbiamo affrontato condizioni difficili, con vento forte e temperature elevate. Ritengo comunque che possiamo essere contenti di ciò che abbiamo ottenuto ieri durante le prove libere. Finora sembriamo abbastanza competitivi, quindi dovremo vedere come procederà il weekend ha così dichiarato Alonso dopo le prove libere, per commentare anche il quarto posto ottenuto in ottica del GP di Francia.

Per quel che riguarda il programma di venerdì, il team non ha apportato molte modifiche. Dapprima si sono dedicati a testare nuovi elementi e poi si sono concentrati sia sul giro secco che sui long run. Non hanno avuto battute d’arresto, quindi hanno avuto a disposizione una buona quantità di dati da analizzare. “Abbiamo testato alcuni elementi durante la prima sessione di libere e poi abbiamo seguito il nostro programma durante la seconda sessione. In quest’ultima abbiamo effettuato anche molti chilometri, perciò abbiamo molti dati da analizzare”, ha così concluso l’asturiano.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.