DichiarazioniGran Premio Cina

GP Cina2016, Daniel Ricciardo: «Lotteremo con la Ferrari»

La vera sorpresa delle qualifiche del Gran Premio di Cina è lui, Daniel Ricciardo. Quando la lotta per la pole position sembrava essere un affaire privato tra Nico Rosberg e i piloti della Ferrari, l’australiano della Red Bull si è inserito nella lotta piazzandosi in prima fila proprio davanti alle vetture di Maranello. Il 26enne di Perth, autore di un giro quasi perfetto al volante della sua RB12, ha dimostrato di non avere timori riverenziali affermando di essere pronto a lottare con la Ferrari per regalare alla Red Bull il primo podio del 2016.

«Fino ad ora credo che siamo riusciti a massimizzare quello che abbiamo, oggi ad esempio siamo riusciti a vedere un buon passo – ha esordito un altrettanto sorpreso Ricciardo – Dopo il difficile 2015 che abbiamo passato, tanti saranno stupiti di vederci così competitivi qui in Cina, ma già alla fine della scorsa stagione avevamo portato in pista alcune migliorie interessanti. Credo che in gara potremmo essere protagonisti di una bella lotta con la Ferrari e se riuscissimo a salire sul podio sarebbe davvero un risultato fantastico. Sono sorpreso di questo risultato. Pensavo di poter centrare la prima fila con pista bagnata ma quando ho visto la pista asciutta non credevo fosse possibile».

Daniel Ricciardo domani prenderà il via con le gomme Supersoft, la mescola con la quale ha avuto maggiori difficoltà: «Oggi la pista è cambiata molto e devo dire che gli pneumatici si sono comportati abbastanza bene, in particolar modo le Medium e le Soft – ha continuato l’australiano – Sono davvero molto contento, questo è un risultato incoraggiante».

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio