Formula 1Gran Premio CanadaPagelle di Formula 1

GP Canada, pagelle: il re mai domo

Concluso il weekend dell’isola di Notre Dame è il momento di eleggere i migliori e i più deludenti della domenica

Si chiude il weekend a Montreal tra ottimi risultati e delusioni clamorose, queste sono le pagelle del GP del Canada

Il Gran Premio del Canada 2024 ha regalato emozioni forti e sorprese inaspettate. Sotto la pioggia di Montreal, Max Verstappen ha conquistato la sua quinta vittoria stagionale, dominando la gara dall’inizio alla fine. Ferrari, grande favorita della vigilia, ha deluso le aspettative Ferrari con i suoi due piloti costretti ad abbandonare anticipatamente la gara. Mercedes, invece, ha mostrato segnali di crescita con un Russell tenace e un Hamilton autore di una gara magistrale. Queste sono le pagelle del GP del Canada.

Promossi

Max Verstappen (10): Un weekend perfetto per l’olandese, impeccabile. Ha gestito la pioggia con maestria, controllando la corsa senza mai mettere in dubbio la sua leadership, dopo una pessima qualifica, chiusa in seconda posizione ricordiamo. Un vero campione che manda un segnale ai suoi avversari e cementifica il suo status da re assoluto della Formula 1.

Lando Norris (9): Il pilota britannico ha confermato la sua ottima forma con un secondo posto meritato. Ha sfruttato al meglio le difficoltà delle Ferrari e ha portato a casa un risultato prezioso per la McLaren. Non sarà arrivata la vittoria ma questi risultati, molto sicuramente in futuro, andranno a formare un mosaico che rappresenterà la carriera di Norris.

George Russell (8): Il giovane talento inglese ha dimostrato ancora una volta il suo valore.  Dopo aver conquistato la pole non è riuscito a controllare la rincorsa alla vittoria di Verstappen, ma dimostra allo stesso tempo che quando diventerà il capitano della Mercedes saprà, molto sicuramente, portare delle gioie alla scuderia di Brackley.

Bocciati

Ferrari (4): La Rossa ha vissuto un weekend da dimenticare, con addirittura un doppio ritiro. La strategia è stata discutibile, i piloti hanno commesso errori e la RB20 si è dimostrata ancora una volta più competitiva della SF-24. Un duro colpo per le speranze di titolo del Cavallino Rampante, con quel titolo che ormai manca a Maranello dal lontano 2007 quando a vincere fu Raikkonen.

Perez (3): Il weekend canadese di Checo è soltanto la punta dell’iceberg di questa pessima stagione. Il messicano dovrà ritrovare la concentrazione e il ritmo per non perdere terreno nella lotta per il secondo posto in classifica mondiale. Ci si aspettava che dopo il rinnovo del contratto potesse ritrovare linfa in una stagione opaca, ma cosi non è stato.

 

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio