DichiarazioniFormula 1Gran Premio Abu DhabiMercato Piloti F1

GP Abu Dhabi, Ricciardo: “E’ stata una grande stagione per la squadra”

L’australiano è ai saluti dopo un ottimo 2020, arricchito da due podi e tante splendide gare

Tra le luci di Yas Marina, Ricciardo ha regalato ai suoi uomini un’ultima grande gara, frutto di un’ottima strategia e di una macchina ben messa in pista

Daniel Ricciardo non poteva trovare modo migliore per salutare la Renault. Con una strategia azzeccatissima e un passo gara indiavolato, l’australiano è riuscito a conquistare una splendida settima piazza dopo essere partito undicesimo. I punti ottenuti non sono bastati a raggiungere la Racing Point in classifica costruttori, ma sicuramente sono un buon bottino se si considera che quello di Yas Marina, non è un tracciato congeniale alle caratteristiche della Renault.

Dopo essere partito con le Hard, Daniel è riuscito a resistere con un ritmo eccezionale fino al giro 39, quando poi è passato alle soft. Da quel momento l’australiano ha spinto al massimo per tentare l’attacco a Carlos Sainz, ma il pilota della McLaren aveva comunque un vantaggio importante. “Sono davvero contento di questo settimo posto visto che siamo partiti undicesimi. La mia prima parte di gara con gomme dure è stata davvero buona e la macchina mi ha dato grandi sensazioni. La safety car ha cambiato un po’ le cose. Purtroppo non siamo stati abbastanza veloci da raggiungere gli altri davanti”.

TERZA PIAZZA MANCATA, MA BUONI PRESUPPOSTI PER IL 2021

La sensazione è che il team di Enstone abbia colto il miglior risultato possibile in un weekend dove gli avversari diretti nella corsa al terzo posto ne avevano di più. Ciliegina sulla torta il giro veloce, conquistato proprio all’ultimo da Ricciardo. “So che non siamo riusciti a finire terzi nel Campionato Costruttori, ma è stata una grande stagione in generale per la squadra e un grande passo avanti rispetto allo scorso anno. Il mio ultimo giro è stato il più veloce della gara, ho dato tutto per ottenerlo. È molto carino! Grazie mille alla squadra per questi due grandi anni!”.

Ora per l’Honey Badger inizierà una nuova avventura, proprio nel team che ha agguantato il terzo posto nel Mondiale, la McLaren. La Renault invece riabbraccerà per la terza volta Fernando Alonso, che in questo weekend si è divertito spingendo al massimo la R25 del 2005, quella del suo primo titolo. Nota di merito anche per Ocon, che ha concluso ancora in top ten, al nono posto, dopo un bel sorpasso su Stroll.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.