2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Cina

Formula 1 | Verstappen si scusa, ma anche Marko lo critica

Deluso non solo dalla gara ma dall’intero inizio di stagione, Verstappen riconosce l’errore, ma Helmut Marko lo bacchetta per avere gettato al vento una vittoria

Topics

In Red Bull è una storia che va avanti da tempo: quanto Ricciardo è coriaceo e consistente in gara, tanto Verstappen tende a compiere errori di valutazione nel momento di effettuare un sorpasso. “Ha buttato all’aria una possibile vittoria” ha detto Helmut Marko dopo il GP di Cina in riferimento alla gara dell’olandese, che aveva effettuato il pit stop per montare le gomme soft pochi istanti prima di Ricciardo (in quanto gli era davanti) ed era dunque nella posizione privilegiata, tra i due piloti Red Bull, per vincere la gara.

Invece, come a Melbourne e a Sakhir, Verstappen è incappato in situazioni controverse. In Australia era stato un testacoda nelle prime battute a toglierlo dalla top 5, in Bahrain il contatto con Hamilton lo aveva lasciato con la posteriore sinistra forata; stavolta invece un tentativo di sorpasso su Lewis culminato in un fuoripista dello stesso Max, oltre al contatto con Vettel avvenuto poco dopo, hanno tolto Verstappen dalla possibilità di contendersi il podio.

vettel verstappen cina
Il contatto tra Vettel e Verstappen che ha compromesso la gara di entrambi

Max ha deciso di inserirsi all’esterno della Mercedes di Hamilton nella sequenza di esse, finendo sui marbles e concludendo con una piccola divagazione fuoripista, che gli è costata la perdita della posizione anche nei confronti di Ricciardo. Poco dopo, l’olandese ha speronato la Ferrari di Vettel al tornantino in curva 14, finendo pure lui in testacoda. A Verstappen è stata così imposta una penalità di 10″, che lo ha scalzato dal 4° posto facendolo concludere quinto. Fortuna ha voluto che, nel dopo-gara, gli animi fossero insolitamente tranquilli, con Vettel che ha analizzato l’accaduto con filosofia e senza fare polemiche, nonostante il bottino di punti perso sia piuttosto ampio. Pare inoltre sia avvenuto un chiarimento tra i due.

Lo stesso Verstappen ha fatto autocritica, non solo alla luce degli eventi odierni, ma tenendo anche in considerazione quanto accaduto nei due GP inaugurali: “Mi sono scusato con Sebastian, forse dovevo aspettare a portare il mio attacco. Non volevo colpirlo, ma alla fine è accaduto… Non sono contento del mio inizio di stagione, è stato uno schifo. Devo rianalizzare tutto e cambiare qualche cosa. La mia gara è stata deludente per la squadra, perché una doppietta non ce la toglieva nessuno quest’oggi”.

Anche dalla Red Bull sono arrivate critiche sulla condotta di Verstappen. Helmut Marko non ha usato giri di parole nel commentare le manovre del 20enne olandese: Max ha esagerato nel provare quel tipo di sorpasso su Vettel, ma poi si è scusato; sono cose che possono succedere. Gli ho detto che i suoi momenti di gloria arriveranno, quindi non deve rischiare in questa maniera. Sa anche lui cosa ha perso oggi. C’era una vittoria alla sua portata e lui ha sprecato l’opportunità”.

Topics
Continua la lettura

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Aspetta! C'è dell'altro!