2019Formula 1Gran Premio Monaco

Formula 1 | Toto Wolff: “Monaco un allarme, mai dare per scontata una vittoria”

Il team principal Mercedes, Toto Wolff, si è concentrato sulle difficoltà nella gestione degli pneumatici incontrata da Lewis Hamilton a Monaco

Il team Mercedes, guidato da Toto Wolff, sta scrivendo la storia; dopo aver vinto per 5 volte consecutivamente il titolo mondiale, è a quota sei successi consecutivi in questo 2019. Un dominio che anche il manager austriaco non si spiega all’interno di uno sport così competitivo, qual è la Formula 1:

Mi assumo la piena responsabilità per non aver fatto doppietta (a Monaco n.d.r.) – ha detto il team principal austriaco. “Penso che abbiamo bisogno di tenere i piedi per terra e stiamo ridendo su di esso. Quello che possiamo vedere è che i team smettono di vincere una volta che hanno sentono di aver vinto il titolo ed una volta che credono sia del tutto normale.”

“Non è normale: fare 1-2 , ma anche 1^ e 3^ non sono normali per la più alta competizione nelle corse automobilistiche. Ecco perché ci aspettiamo costantemente di sorpresi da qualcuno, è per questo che prendiamo il 1^ e 3^ posto e continuiamo a scendere per il prossimo”.

Nonostante tale dominio, Monaco è stato un campanello d’allarme in quanto solo le strette strade del Principato non hanno permesso a Max Verstappen di sorpassare Lewis Hamilton e segnare così il primo zero, in termini di successi di tappa, dell’anno:

“Siamo stati vicini a perdere quì (a Monaco n.d.r.) – ha ammesso Wolff – Considerando che è una pista dove non puoi sorpassare, Max ha ancora provato e avrebbe potuto effettuare il sorpasso. Penso che per tornare ai normali circuiti di gara dobbiamo accettare che noi, in termini di durata delle gomme, dobbiamo imparare da Monaco e capire perché è andata così.”

“Perché in questa situazione a Montreal si perde la gara. Penso che da un certo punto di vista non dobbiamo mai essere portati via dall’entusiasmo. E’ vero, stiamo volando, ma solo in questo momento, dobbiamo anche ammettere che siamo stati un po’ fortunati, ultimamente, nelle vittorie che abbiamo ottenuto.”

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close