Curiosità dalla F1Formula 1

Formula 1 | Stipendi piloti: Hamilton e Vettel paperoni, Albon il più povero

I due favoriti al Mondiale 2019 sono quelli che guadagnano di più nel Circus, secondo The Mirror. Li segue Daniel Ricciardo, al primo anno in Renault

A meno di una settimana dallo spegnimento dei semafori a Melbourne, il quotidiano britannico The Mirror ha diramato gli stipendi dei 20 piloti sulla griglia di partenza. Le cifre fanno riferimento al guadagno annuo, ovvero a ciò che i piloti porteranno a casa in questo 2019, cui si aggiungono ovviamente i vari bonus per i risultati ottenuti in pista.

Poche sono le sorprese della classifica dei più “Paperoni”, con i due favoriti alla conquista del Mondiale Hamilton e Vettel al top. Il britannico della Mercedes, a caccia del suo sesto titolo iridato, incasserà quest’anno la bellezza di 40 milioni di sterline, frutto del nuovo contratto siglato con la casa di Stoccarda, che si garantirà i servigi di Hamilton anche per tutto il 2020. Lo segue Sebastian Vettel, come nella classifica iridata del 2017 e del 2018: per il tedesco il salario annuo parla di 30.500.000 sterline, che dovrà dimostrare di meritarsi maggiormente dopo un finale di stagione 2018 all’insegna di troppi errori.

Terzo posto per Daniel Ricciardo, che dimostra così di avere fatto un buon affare sposando la causa Renault, almeno dal punto di vista economico; vedremo se sarà così anche sotto il profilo dei risultati in pista. L’australiano incasserà nel 2019 e 2020 26 milioni e mezzo di sterline all’anno, frutto del nuovo contratto firmato con la casa francese. Ben diverse le cifre che percepiscono invece i due piloti del suo ex team, la Red Bull: secondo The Mirror, Max Verstappen incassa 10 milioni all’anno, mentre Pierre Gasly un milione.

Verstappen occupa il quarto posto di questa classifica, seguito da Bottas (6 milioni e mezzo all’anno per il finlandese), poi Raikkonen e Hulkenberg con 3 milioni e mezzo. Il neo acquisto McLaren Carlos Sainz percepirà 3 milioni annui, mentre Charles Leclerc, anche lui tra i favoriti per la conquista del titolo, incasserà nel 2019 2 milioni e mezzo di sterline.

Occupano le ultime posizioni di questa classifica i rookie della stagione, tutti con stipendi al di sotto del milione di sterline. Lando Norris ne prenderà 200.000, Antonio Giovinazzi 175.000, George Russell 140.000, Alexander Albon, il più “povero”, 130.000. Ecco le cifre di tutta la griglia diramate da The Mirror:

Lewis Hamilton (Mercedes) – 40.000.000 £

Sebastian Vettel (Ferrari) – 30.500.000 £

Daniel Ricciardo (Renault) – 26.500.000 £

Max Verstappen (Red Bull) – 10.000.000 £

Valtteri Bottas (Mercedes) – 6.500.000 £

Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) – 3.500.000 £

Nico Hulkenberg (Renault) – 3.500.000 £

Carlos Sainz (McLaren) – 3.000.000 £

Charles Leclerc (Ferrari) – 2.500.000 £

Sergio Perez (Racing Point) – 2.500.000 £

Romain Grosjean (Haas) – 1.400.000 £

Pierre Gasly (Red Bull) – 1.000.000 £

Lance Stroll (Racing Point) – 900.000 £

Kevin Magnussen (Haas) – 900.000 £

Robert Kubica (Williams) – 430.000 £

Daniil Kvyat (Toro Rosso) – 230.000 £

Lando Norris (McLaren) – 200.000 £

Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) – 175.000 £

George Russell (Williams) – 140.000 £

Alexander Albon (Toro Rosso) – 130.000 £

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button