Formula 1Gran Premio Australia

Formula 1 | Secondo Mika Hakkinen, nel Gran Premio d’Australia Valtteri Bottas ha avuto una “spinta psicologica”

Secondo il campione della McLaren, dopo il Gran Premio d’Australia, Valtteri Bottas porta con se una grande spinta psicologica

Il due volte campione del mondo Mika Hakkinen crede che Valtteri Bottas abbia portato a Melbourne per il Gran Premio d’Australia una grande “spinta psicologica” grazie alla sua imponente prestazione, ma ciò che ha aumentato la sua autostima è stata anche la sua capacità di conquistare il giro veloce e con lui il punto bonus. Ma Valtteri Bottas ha conquistato anche un traguardo importante per la Mercedes, la sua 88esima vittoria in un Gran Premio di Formula 1.

Mika Hakkinen, è stato colpito dall’agilità e la facilità con cui il suo connazionale ha superato il compagno di squadra Lewis Hamilton, per poi andare a vincere un Gran Premio dominato e gestito in tranquillità: Valtteri ha chiarito molto bene tramite team radio che voleva quel punto in più e, anche se il suo nuovo ingegnere di gara Riccardo Musconi gli aveva detto di limitarsi a fare le cose con calma, ci ha provato, e l’ha conquistato. Sa di avere il talento, si è concentrato su come iniziare la stagione con un forte inizio e ha trasformato tutta l’energia negativa dei suoi critici in una mentalità potente”.

Mika Hakkinen è immedesimato e identificato con i commenti di Valtteri Bottas espressi dopo la gara, quando il pilota della Mercedes sentiva che era stata una vittoria “facile”, mentre sapeva anche che era stato tutto fuorché una passeggiata sul circuito di Albert Park: “Prima di raggiungere i tuoi obiettivi in Formula 1, a volte ci vuole più tempo di quanto molti credano sia possibile. Mi ci sono voluti sette anni per vincere la mia prima gara, e questa è la settima stagione di Valtteri. Parlando con Mark Webber sul podio dopo la gara, Valtteri ha detto che questa è stata una delle vittorie più dirette della sua vita. Il successo sembra all’improvviso così semplice, ma tutto ciò è stato reso possibile solo dalle ‘lezioni’ che si apprendono lungo la strada.

Inoltre il pilota finlandese, è speranzoso per il futuro di Valtteri Bottas, e dichiara: “Sarà interessante vedere come Lewis Hamilton risponderà a questo risultato perché sappiamo che non è interessato a finire secondo, specialmente al suo compagno di squadra, Lewis spera che il successo di Valtteri sia unico, ma se dovesse ripetersi in Bahrain o in Cina sarà affascinante osservare come cambierà la dinamica del team”.

Topics
Pubblicità

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 23 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close