DichiarazioniFormula 1

Formula 1 | Sebastian Vettel: “Non scambierei i titoli Red Bull per uno Ferrari”

Sebastian Vettel ha ottenuto numeri fantastici in carriera grazie ai quali la presenza nella Hall of Fame del Motorsport è garantita

Il fatto che Sebastian Vettel sia una persona molto concreta non è un mistero. Il pilota tedesco, estremamente riservato e per nulla mondano, è per un certo senso l’opposto di Lewis Hamilton. Il ferrarista ha un palmarés sportivo di tutto rispetto: 4 titoli mondiali, 224 Gran Premi disputati, 52 vittorie, 113 podi, 55 pole position e 36 giri veloci.

Grazie a questi numeri straordinari la presenza del nome di Sebastian Vettel nella Hall of Fame del Motorsport è garantito. Eppure il 32enne sembra non pensare troppo a come e se verrà ricordato una volta che avrà deciso di appendere il casco al chiodo: “Non sento il bisogno di dover lasciare un’eredità, non mi interessa. Non ho bisogno di essere ricordato – ha raccontato Sebastian Vettel a Martin Brundle per Sky F1 – Per quanto io ami la tradizione e per quanto mi definisca una persona tradizionalista, il mondo si sta muovendo così velocemente che sono contrario all’essere bloccato in un determinato periodo o era. Credo che sia bello andare avanti, si deve fare“.

Una filosofia di pensiero che porta il ferrarista a non guardare nello specchietto retrovisore. Un equilibrio che Seb spera di mantenere anche nell’ultima parte della sua esistenza: “Spero che andando avanti con gli anni potrei diventare più progressista, continuerò a guardare avanti senza voltarmi indietro – ha continuato – Credo che sia bello guardare indietro alla propria carriera ma non deve essere il punto focale delle nostre vite, credo. È una questione più per andare avanti“.

Sebastian Vettel non si sarebbe mai immaginato di ottenere così tanto a livello sportivo. Sebbene la sua parabola in Formula 1 è tutt’altro che finita, la conquista del Mondiale con la Ferrari consacrerebbe il tedesco nella storia della Categoria: “Non ho mai sognato di poter arrivare a così alti livelli, di ottenere così tanto – ha raccontato il 32enne di Heppenheim – Finché non finisce vuoi di più. Proprio per questo motivo sono avido, voglio vincere con la Ferrari, vincere il campionato.”

Ma non scambierebbe mai i titoli vinti in Red Bull con uno conquistato col Cavallino Rampante: “Forse sono un cattivo commerciante ma non c’è bisogno di fare nessuno scambio. Non lo farei mai semplicemente perché sono convinto che posso vincere con la Ferrari“, ha concluso.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close