2018Dichiarazioni dei Piloti

Formula 1 | Robert Kubica: “Essere il pilota di riserva mi permette di avere un’idea più profonda del team”

Il pilota polacco della Williams ha dichiarato a Motorsport.com di essere molto contento del ruolo che sta rivestendo all’interno della squadra, un ruolo che gli permette di capire già a fondo le dinamiche che entrano in gioco nel lavoro di squadra della scuderia

Topics

Dopo l’incidente che lo ha visto protagonista a bordo della sua macchina da rally, Robert Kubica è tornato in pista su un circuito di Formula 1 e grazie al team Williams ha avuto la possibilità di partecipare come pilota di riserva ai test invernali che si sono da poco conclusi a Barcellona.

Il pilota polacco, come riporta Motorsport.com, ha dichiarato di essere molto soddisfatto dell’opportunità offertagli dalla squadra e stare sfruttando al meglio questa occasione, accogliendo le sfide con entusiasmo e imparando a cogliere i diversi punti di vista che caratterizzano il lavoro di squadra.

“Quando sei un pilota, vedi le cose in base alla modalità del pilota. Gli ingegneri, i tecnici, i meccanici, tutta la squadra sta lavorando, ma quando sei un pilota non vedi le cose coì a fondo come sto facendo in questo momento. È una buona opportunità e me la sto godendo: è anche divertente e penso che sarà davvero un anno interessante”.

Nell’intervista a Motorsport, Kubica ha anche dichiarato di non potersi sbilanciare in merito alle performance della Williams, ma ha affermato che la posizione di cui ha potuto godere gli ha permesso di cogliere quelli che sono gli aspetti principali su cui il team deve ancora andare a lavorare.

Durante l’ultima giornata di test, inoltre, Kubica avrebbe dovuto concludere la sua sessione di prove, ma ha preferito cedere il posto a Lance Stroll, in modo da permettergli di entrare maggiormente in confidenza con la monoposto in vista della sempre più imminente apertura del Mondiale 2018.

“Avevo una buona idea sulla macchina dopo l’ultima giornata e ho pensato che i nostri piloti avrebbero tratto maggiori vantaggi rimanendo in macchina più a lungo, soprattutto perché devono portare a casa dei punti, non sono io a doverlo fare”.

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!