2019Formula 1

Formula 1 | Red Bull propone una singola sessione di libere

In casa Red Bull propongono l’inserimento di una singola sessione di prove libere per ogni weekend di gara, dato che Liberty Media ha intenzione di apportare modifiche rilevanti

Topics

Data l’intenzione di Liberty Media di modificare il formato dei weekend di Formula 1, il team Red Bull ritiene superflui le prove libere del venerdì. Liberty Media è entrata in Formula 1 con l’idea di apportare cambiamenti importanti e per migliorare i vari aspetti del campionato, incluso il formato dei Gran Premi. La prima proposta di modifica degna di nota riguarda la qualifica, con l’idea di includere una quarta fase denominata Q4. Questa proposta è stata però scartata per il 2020 a causa della mancanza di supporto da parte dei team.

Un’altra proposta di cambiamento, che ogni volta sembra riecheggiare più forte all’interno del paddock, ha a che fare con la giornata del venerdì. In svariate occasioni, Liberty Media ha lasciato intendere che si potrebbe risparmiare sulle libere non considerandole così necessarie. Questa idea, rispetto la precedente, potrebbe avere più supporto perché porterebbe una serie di vantaggi. I fine settimana abbreviati favorirebbero un’eventuale espansione del calendario di Formula 1. Con l’ingresso del Vietnam nella prossima stagione e l’ incorporazione di altri nuovi appuntamenti in futuro, il calendario potrebbe essere saturo e seguire il modello attuale sarebbe insostenibile.

Per questa ragione, eliminare il venerdì di libere sarebbe un’ottima opzione per alleggerirlo. Il fine settimana di Azerbaijan ha avuto essenzialmente una sola sessione. La prima sessione è stata sospesa per motivi di sicurezza, mentre la seconda è stata influenzata da svariate bandiere rosse: di fatto, le squadre e i piloti hanno avuto soltanto una sessione pulita per preparare la qualifica, e sembra che la cosa abbia funzionato bene. La Red Bull è favorevole a questa possibilità, dopo l’esperienza di Baku. Il team vedrebbe questa trasformazione di buon grado nel caso in cui gli appuntamenti del campionato diventassero maggiormente fitti.

Tutto ciò faciliterebbe sicuramente gli aspetti logistici, che si trasformerebbero in un incubo con tre giorni di piena attività. “Penso che dipenda dal numero di gare che si avranno. Se abbiamo più gare, allora dobbiamo compattare il tempo. Abbiamo potuto vedere che una sola sessione di libere ha funzionato bene a Baku, perciò forse questa è la strada giusta da percorrere. Un’unica sessione potrebbe bastare per tutto il fine settimana”, ha così affermato Christian Horner.

 

Topics
Pubblicità

Altri articoli interessanti

Back to top button