Formula 1Presentazioni F1

Formula 1 | Mercedes: fissata la data di presentazione e dello shakedown

Anche la Mercedes ha annunciato la data di lancio della nuova monoposto: durante lo stesso giorno ci sarà anche il primo shakedown in pista a Silverstone

Questa mattina Mercedes ha svelato al mondo la data di presentazione della nuova monoposto: la data da segnare nel calendario è il 13 febbraio, giorno durante il quale oltre alla presentazione della nuova vettura per il 2019 ci sarà anche il primo shakedown sul circuito di Silverstone, e pochi km dalla sede di Brackley, nel Regno Unito. Accantonata l’ipotesi circolata nei giorni scorsi che voleva una presentazione sovrapposta a quella della Ferrari, che come annunciato da tempo presenterà la nuova auto il 15 febbraio, due giorni dopo i rivali della Mercedes.

Si chiamerà W10 e sarà la decima monoposto dal ritorno del team Mercedes in Formula 1, che risale al 2010: un nome in linea con quelli assegnati negli anni scorsi, che segue l’evoluzione della vettura di anno in anno. Il team tedesco farà tutto in giornata: l’agenda è molto fitta e parla di una presentazione al mattino e di uno shakedown al pomeriggio. Mercedes utilizzerà i 100 km messi a disposizione dalla FIA per far provare per la prima volta la nuova W10 a Bottas ed Hamilton, pochi giorni prima dai test di Barcellona. A differenza degli anni scorsi, lo shakedown sarà un evento a porte chiuse quindi senza possibilità per i media di assistere ai primi km della vettura del team campione in carica.

Vincente ormai da 5 anni, la Mercedes non vuole di certo interrompere quello che è stato un dominio pressoché totale dal 2014 ad oggi, consapevoli però del fatto che i primi avversari, cioè la Ferrari, avranno il dente avvelenato e mai come nel 2019 proveranno a rubare lo scettro dei campioni a Brackley per portarlo a Maranello.
Se la livrea dovesse essere in linea con quelle viste negli ultimi anni, c’è tanto interesse nel vedere come in Mercedes hanno progettato la vettura anche considerando il cambio al regolamento che, pur non essendo radicale, c’è stato in questo 2019.

hamilton bottas mercedes podio

La parola d’ordine è una: vincere. Se Lewis Hamilton è una certezza, per vincere il mondiale costruttori mai come quest’anno servirà un Valtteri Bottas sul pezzo, il quale dovrà a suon di prestazioni positive guadagnarsi la riconferma e portare a casa punti, ciò che non è sempre riuscito a fare nel 2018.
La sfida alla Ferrari è aperta, e a pochi giorni dai test di Barcellona il mondiale è già più vivo che mai.

Andrea Barilaro

Mi chiamo Andrea, ho 21 anni, abito a Milano e sono uno studente universitario. Ho una passione enorme per Formula 1 fin da piccolo, e negli anni questa passione è diventata sempre più grande. Il sogno è quello di far diventare questa passione un lavoro in futuro: ho iniziato a scrivere i primi piccoli articoli già a 10 anni, e col passare del tempo ho sempre dedicato molto tempo a questa passione. Il primo ricordo di Formula 1 che ho risale al gran premio di Monza del 2007, quando andai all'autodromo per la prima volta con mio padre a vedere la gara, e da quel momento non ho più abbandonato questo meraviglioso sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button