DichiarazioniFormula 1Gran Premio Azerbaijan

Formula 1 | Lando Norris: “Non vedo l’ora di correre su quel lungo rettilineo”

Lando Norris confida le sue emozioni e le sue aspettative sull’insidioso circuito in Arzebaijan, dove esordirà per la prima volta in Formula 1

Lando Norris della McLaren si sta preparando per un weekend entusiasmante a Baku, un luogo tipicamente noto per aver suscitato qualche sorpresa nel giorno della gara. Norris affronterà per la prima volta l’impegnativo circuito cittadino su una vettura di Formula 1, ma il diciannovenne conosce bene la pista, ed in vista del quarto round stagionale ha dichiarato: “Ho avuto un fine settimana interessante l’anno scorso, in Formula 2, ma non vedo l’ora di correre su quel lungo rettilineo con una monoposto di Formula 1. E’ una pista eccitante e spero che mi darà più emozioni della Cina. Se saremo fortunati avremo la possibilità di andare a punti”.

La fortuna può rivelarsi un grande alleato in Arzebaijan, come è accaduto in passato, nelle ultime gare proprio a Baku: due anni fa, una serie di dinamiche fortunate hanno regalato a Daniel Ricciardo con la sua Red Bull una vittoria. Anche Stroll sul podio è stata una sorpresa. L’anno scorso è stata la volta di Sergio Perez della Force India ad aggiudicarsi un inatteso terzo posto. Sul gradino più alto invece, Lewis Hamilton ha dominato. Tuttavia, per essere baciato della fortuna a Baku, si deve innanzitutto rimanere lontani dal pericolo, fattore di cui Lando Norris è ben consapevole.

Perciò a riguardo ha affermato: “Questo circuito cittadino è un po’ meno indulgente rispetto a quello dell’Australia e piccoli errori possono costare caro, quindi il mio obiettivo è quello di evitarli. Voglio lottare per tutta la durata della gara”. Tuttavia, è opportuno che anche la strategia di gara sia impeccabile, come ha sottolineato il direttore sportivo della McLaren Gil de Ferran, che ha concluso dichiarando: “La gara su un tracciato cittadino porta quel livello in più di incertezza, quindi anche la strategia di gara diventa impegnativa. Le nostre prestazioni al pit-stop sono state molto buone quest’anno, quindi continuare ad eseguire bene su entrambi questi fronti è certamente il nostro obiettivo”.

C’è molta attesa e curiosità su cosa ci potrà riservare questa edizione, lungo il tracciato disegnato per le vie della Capitale. Avremo una solita gara pazza o le precedenti edizioni sono state d’insegnamento? Come già detto i pericoli qui sono sempre dietro l’angolo e sembrano addirittura infiniti. La prima edizione si tenne il 25 giugno 2017, come ottava prova del Campionato Mondiale di Formula 1 e ha visto il trionfo di Daniel Ricciardo con la Red Bull, chissà chi sarà il vincitore di questa edizione.

Tatiana Sanfilippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio